Promette tanto, tantissimo spettacolo, la nuova stagione sportiva 2011-12. Anche quest’anno, con l’avvento dei campionati calcistici, ci intratterremo sulle squadre di calcio che rientrano nel panorama Sicano. Uno sport “genuino” e ricco di passione, uno strumento di evasione che viene trasmesso da persona a persona. “Il calcio Sicano come non mai”: è questo lo slogan che vogliamo e che riteniamo opportuno dare alla nuova stagione che si preannuncia scoppiettante e ricca di emozioni nei vari campionati di Eccellenza, Promozione, 1^, 2^ e 3^ categoria dove sono impegnate le nostre squadre dei “Monti Sicani”. Sono tre, le squadre Sicane che da quest’anno saranno ai nastri di partenza nel torneo d’Eccellenza girone A e nel dettaglio: Il Kamarat calcio, il neopromosso Atletico Campofranco e il neo ripescato San Giovanni Gemini. Tutti team che vogliono fare bella figura nel massimo torneo regionale. Partiamo col Kamarat che brinda al sesto anno consecutivo in Eccellenza. La squadra allenata da mister Maggio vuole dimenticare, magari con delle belle prestazioni, lo scorso campionato che si è concluso con la salvezza tramite i play out, quando allo stadio dei Salaci venne battuto il Città di Casteldaccia per 4 a 0. Da quest’anno, i propositi sono più che positivi visto che la squadra è stata composta prevalentemente da giocatori giovani e d’esperienza. Segue l’Atletico Campofranco del tecnico Mutolo che si ritrova una squadra competitiva, ricca di entusiasmo e con molte ambizioni. Infine, dulcis in fundo, il San Giovanni Gemini che durante il mese attuale è stato ripescato in Eccellenza. Il team allenato da Santino Nuccio è molto competitivo e annovera, oltre ai riconfermati, gente di qualità e di provata esperienza. L’ingresso del Gemini in Eccellenza darà vita all’atteso derby tutto “Sicano” con i cugini del Kamarat. Quattro gare (due in coppa e due in campionato) che daranno grosse soddisfazioni alle opposte tifoserie che fremono per vedere all’opera i propri beniamini in un derby che manca da sei anni. E’, dunque, un campionato dall’elevato tasso tecnico che vede ai nastri di partenza anche autentici blasoni del calcio siciliano come l’Akragas, la Folgore, il Ribera, il Mazara e l’Alcamo.
Nel campionato di Promozione, i propositi sono allo stesso tempo positivi: da quest’anno saranno due le squadre risalenti nel panorama dei Monti Sicani ai nastri di partenza: il Cianciana e il Prizzi di mister Venezia. Due realtà che la scorsa stagione hanno raggiunto i traguardi sperati. Il Cianciana del presidente Paturzo ha salvato la categoria tranquillamente con un paio di giornate d’anticipo; il Prizzi, invece, si è salvato soltanto dopo lo spareggio contro il Dattilo a Paceco. Anche il torneo di Promozione si annuncia livellato e allo stesso tempo combattuto con le presenze delle agguerrite Raffadali, Pro Favara e Aragona, pronte a ritornare in Eccellenza con il massimo delle quotazioni.
In prima categoria sono tante le realtà Sicane che si accingono a disputare il campionato nell’intento di dare continuità ai risultati ottenuti lo scorso anno. Mussomeli, Virtus Bivona, Casteltermini, Milena e Roccapalumba: tutti team che vogliono tentare il salto di categoria per entrare nel calcio che conta veramente. Partiamo dal Mussomeli: lo scorso anno, i rossoblù di Gero Valenza, sono riusciti ad ottenere il salto di categoria battendo nella finale play off la Virtus Bivona per 2 a 1, in un derby che ha intrattenuto numerosi spettatori. La ciliegina sulla torta è il Milena calcio di mister Ingrao che, nel giro di due anni solari, si è ritrovata dalla terza alla prima categoria. La scorsa stagione, il Milena ha vinto il campionato di seconda categoria con due giornate d’anticipo, dimostrando di essere una squadra di serie superiore, e adesso per la prima volta nella sua storia calcistica, disputerà il torneo di prima categoria. Segue il Casteltermini che da un paio di anni si ritrova nella stessa categoria, cercando di ottenere il salto e valorizzando tanti giovani. Inoltre, la cittadina di Casteltermini si ritrova uno stadio di tutto rispetto, ristrutturato qualche mese addietro con la realizzazione del manto in erba sintetica. Chiudono le presenze della Virtus Bivona, ripescata dopo l’ottimo campionato disputato e del Roccapalumba, ormai una realtà in prima categoria.

In seconda categoria spicca la presenza del Sutura e del Castronovo di Sicilia. Le due compagini dei monti Sicani, stanno già preparando il prossimo torneo che li vedrà probabilmente opposte. Il Sutera, squadra della provincia di Caltanissetta, verrà inserito nel girone nisseno, mentre il Castronovo in quello palermitano. Iniziamo a parlare del Sutera calcio che nel giro di un anno solare, con una programmazione seria e mirata, ha raggiunto il salto nel campionato di 2^categoria. Un risultato del tutto soddisfacente se si pensa che il calcio a Sutera era del tutto sparito. L’attuale dirigenza sta programmando accuratamente la stagione a venire. Nel corso del mercato estivo sono state portate a termine alcune trattative che riguardano giocatori di categoria superiore e tra questi c’è Giuseppe Adamo ex Campofranco. Stessa sorte per il Castronovo che annovera in rosa molti “paesani” che si accingono a fare calcio nel piccolo centro palermitano.

Infine chiudiamo la nostra tornata con il campionato di terza categoria che vedrà impegnate le seguenti squadre Sicane: l’Acquaviva calcio che sta gettando le basi per un campionato da protagonista con innesti di esperienza, il Villalba, il Vallelunga e il Lercara Friddi (PA). Persiste l’interrogativo se iscrivere la squadra o meno, negli altri centri Sicani come ad Alia, ad Alessandria della Rocca, a Burgio, a Palazzo Adriano, a San Biagio Platani, a Valledolmo e a Vicari.

L’auspicio è che possa essere una stagione corretta, senza episodi negativi. Chi pratica sport deve attuare in campo i sani principi che lo sport da sempre ci insegna: onestà, fratellanza, amicizia e soprattutto rispetto per l’avversario.

Giuseppe Varsalona