BIVONA – Sarà presente anche un pezzo di Bivona alla Festa dei Fiori 2012, in programma a Ventimiglia i prossimi 16 e 17 giugno. A partecipare il gruppo folkloristico Sikania Folk, che si esibirà durante la kermesse ligure che riprende e ripropone la tradizionale battaglia dei fiori.

Durante la due giorni, il 16 e 17 giugno prossimi, in programma le sfilate dei carri allegorici per le vie della città, concorsi, serate musicali, la notte bianca, e ovviamente le esibizioni di gruppi provenienti da svariate parti del mondo. Rientra in quest’ultima sezione proprio l’esibizione del gruppo bivonese, che porterà la passione e la cultura della tradizione popolare siciliana in quel di Ventimiglia. Lo spettacolo è programmato per sabato 16, e precede le esibizioni di altri gruppi brasiliani e della scuola di kung fu. A seguire, le sfilate dei carri allegorici nel lungomare e la notte bianca, per poi continuare la domenica con altri spettacoli e ovviamente, i carri in sfilata, principali protagonisti della manifestazione.

Un’esperienza nuova per il gruppo folk, nato solo nel luglio 2010 ma che vanta spettacoli ed esibizioni in tutta la Sicilia, un curriculum di tutto rispetto tra cui si annoverano la partecipazione alla Sagra del Mandorlo in Fiore nella splendida Valle dei Templi e l’organizzazione del primo Festival Internazionale del Folklore “Pesca d’Oro”, inserito tra gli eventi della Sagra della Pesca 2012: durante la manifestazione, numerosi gruppi provenienti da tutto il mondo si sono ritrovati nel paesino dei Monti Sicani, un’idea di Francesco Arpa e Adriano Pitanza, rispettivamente direttore artistico dell’evento e presidente delgruppo Sikania Folk, che ha preso vita in una calda giornata d’agosto, regalando alla comunità uno spettacolo senza precedenti nella zona montana.
Questa volta, però, il gruppo Sikania Folk varcherà i confini regionali e avrà l’onore di rappresentare un pezzo di Sicilia durante una manifestazione di carattere internazionale. E oltre alla cultura e ai balli tipici, oltre alle tarantelle e agli inni in dialetto, esporteranno in Liguria anche il meglio della produzione locale: saranno portati in dono alle istituzioni i prodotti delle nostre terre, come le deliziose pesche di Bivona, sotto forma di conserve e pesche sciroppate, e l’olio, altri simboli forti della nostra cultura e sicilianità.

Valentina Maniscalco