MUSSOMELI – Sabato 26, alle ore 11:30, gli alunni delle classi terze, scuola media, del II Comprensivo Paolo Emiliani Giudici (Plesso Nuovo di Viale Peppe Sorce, Plesso di via Sacerdote Messina e plesso di Acquaviva Platani) si recheranno al Teatro Massimo di Palermo per assistere all’opera lirica “La Gioconda”.

Gli alunni saranno accompagnati dai docenti: Rossella Amico, Tonino Calà, Fortunato Cirlincione, Antonina Infantino, Lucilla Giannone ed Antonio Mancuso.

Dopo 41 anni di assenza torna sul palcoscenico del Teatro Massimo La Gioconda. Ispirata a un dramma di Victor Hugo, La Gioconda di Amilcare Ponchielli (1874-76) è una delle più note opere del secondo Ottocento italiano, sia per la sontuosità  strutturale (sul modello del grand-opéra francese include anche momenti coreografici come la celeberrima Danza delle Ore divenuta oggetto anche del cartone animato Fantasia di Walt Disney) sia per la bellezza delle melodie. Il libretto di Arrigo Boito, importante esponente della Scapigliatura, narra di amore, potere e tradimenti nella Venezia del XVII secolo.
Opera di passaggio tra l’Ottocento popolare e il Verismo, ha da sempre appassionato più il pubblico e i melomani che la critica. Nel 1897 fu la seconda opera della stagione inaugurale del Teatro Massimo e vantava nel ruolo tenorile di Enzo Grimaldo il giovane Enrico Caruso neanche venticinquenne.

Fonte: comunicato stampa

CONDIVIDI