Villalba, approvate le nuove quote di IMU, TARI e TASI

VILLALBA –  E’ stata approvata all’unanimità, nel corso della seduta di consiglio dello scorso 29 aprile, l‘Imposta Unica Comunale (IUC) prevista dalla legge di stabilità che stabilisce le aliquote e le tariffe di IMU, TARI E TASI per l’anno 2016.

“Rispetto al 2015 il costo della TARI è diminuita del 20%, costo che, con il contributo dei cittadini villalbesi, potrebbe avere un’ulteriore riduzione grazie all’avvio del nuovo servizio di raccolta differenziata porta a porta” spiega l’Assessore Giuseppe Guarino.
Una novità che, grazie al sistema di tracciabilità dei rifiuti con codici a barre e con gli eco incentivi previsti dal nuovo servizio di raccolta differenziata, permetterà a tutte le utenze virtuose, domestiche e non domestiche, di ottenere altri sconti e dunque risparmiare ulteriormente. Il pagamento della TARI sarà inoltre suddiviso in quattro rate, anziché tre.

Giuseppe Guarino“Grazie ad una gestione oculata del servizio e ad un attento controllo dell’elusione e dell’evasione fiscale accertata dall’ufficio competente, cercheremo di ridurre la Tari per tutti i nuclei familiari e per le utenze commerciali” continua Guarino “Altra notizia positiva riguarda l’IMU sui terreni agricoli che per l’anno corrente non si pagherà più nonché l’azzeramento della TASI per tutti gli immobili. Un importante obiettivo, questo, raggiunto dall’ Amministrazione Plumeri”.
“Voglio ringraziare tutti i consiglieri comunali per la concorde approvazione dei provvedimenti, segno che questo consiglio comunale, quando affronta con serietà i problemi della comunità, al di là delle divergenze dialettiche che sono necessarie nel dibattito politico, sa raggiungere obbiettivi utili al miglioramento delle condizioni di vita delle persone amministrate”.

“Millantato merito” commenta il gruppo di opposizione Amare Villalba che dalla sua pagina Facebook chiarisce la sua posizione e commenta “La giunta comunale di Villalba si fa carico di un millantato merito per aver diminuito la TARI rispetto all’anno precedente. Il succo della questione è sintetizzato in questa domanda: Stiamo pagando di meno quest’anno o abbiamo pagato impropriamente di più l’anno scorso?
Sostanzialmente abbiamo pagato di più l’anno scorso, in quanto avendo un operatore in malattia, era a carico dei contribuenti pure un secondo operatore che lo sostituiva. Quest’anno, purtroppo e con grande dolore di tutti noi, l’operatore che era in malattia è venuto a mancare prematuramente e sebbene sono state ridotte le spese a carico dei contribuenti abbiamo una persona in meno a rendere il sevizio per i cittadini”.

“Inoltre nel calcolo della TARI del 2015 era incluso un debito degli anni precedenti, che se pure poteva essere gestito con l’avanzo di amministrazione (cioè utilizzando i soldi che il comune di Villaba ogni anno si porta come credito in avanzo, solo per non saperli gestire), è stato reinserito in tassazione a carico dei cittadini.”

“Quello che auspica l’Assessore Guarino è del tutto condiviso e cioè che con una pianificazione per la raccolta differenziata si potrà ottenere un risparmio considerevole per i contribuenti. Ma ad oggi i risultati ottenuti non sono attribuibili al lavoro di nessuno. “

Flavia Fruscione

Avatar
Laureata nel luglio del 2013 in Scienze della Comunicazione:Editoria e Giornalismo presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Messina. Frequenta attualmente il Corso Magistrale in Metodi e Linguaggi del Giornalismo. Collabora con Magaze da gennaio 2011 come redattrice e video maker. Contatti: flavia.fruscione@libero.it