Villalba, in arrivo i “buoni lavoro”. Lupo “La mia indennità a favore dei disagiati”

VILLALBA. Arriva proprio a ridosso delle festività natalizie il Regolamento Comunale per l’erogazione di “buon lavoro” destinati al supporto dei cittadini che si trovano in condizioni di svantaggio economico, difficoltà finanziarie, disagio personale o familiare.
A presentare la proposta il Presidente del Consiglio Antonio Lupo che, in collaborazione con gli uffici amministrativi del comune, ha lavorato alla stesura del regolamento e ha fornito le prime risorse economiche da destinare a tale progetto.

“Questa proposta è la naturale continuazione dell’intervento fatto durante il mio insediamento come Presidente del Consiglio Comunale lo scorso 16 giugno. In quella sede ho chiaramente detto che la mia indennità di funzione sarebbe stata destinata per finalità sociali” spiega Lupo.
“L’area della sofferenza e quella del disagio interessano molte famiglie di Villalba per varie motivazioni. Disoccupazione, inattività, ma anche emarginazione sociale insieme con altri motivi di esclusione tra i quali le condizioni economiche ed il livello di istruzione. Con queste premesse e con la sola finalità di dare un piccolo ma concreto sostegno economico versando anche i contributi utili ai fini pensionistici, è stato predisposto questo Regolamento. Pertanto ho rinunciato ad incassare soldi dell’indennità per destinarli a finalità sociali per convinzione personale e per dare un segnale ai cittadini che l’Amministratore Locale sa ascoltare la realtà e che la delega avuta all’atto dell’elezione è stata ben indirizzata”.

I buoni lavoro saranno destinati al compenso di prestazioni lavorative occasionali, temporanee e straordinarie a seconda delle necessità che si presenteranno. I lavoratori saranno impegnati dunque in mansioni di natura tecnica-manutentiva, di supporto alle manifestazioni culturali, sportive ed istituzionali, di supporto ai servizi sociali.
Le procedure da seguire per la partecipazione a tale concorso saranno rese note tramite avviso pubblico. Potranno farne richiesta sia i cittadini italiani residenti nel a Villalba, sia i cittadini stranieri in regola con il permesso di soggiorno e residenti nel Comune da almeno due anni.

“Questo Regolamento offre al Comune un ulteriore strumento per intervenire quando nelle famiglie si attraversano momenti difficili” conclude Lupo “I pochi soldi disponibili daranno un limitato sollievo, ma spero che con il prossimo bilancio 2016 si possano aumentare. Esorto pertanto il Sindaco e gli Assessori Comunali ad incrementare la dotazione finanziaria per aumentarne le possibilità di utilizzo, così da incoraggiare l’assistenzialismo e dare dignità alle istanze di disagio sociale”.

Flavia Fruscione

Avatar
Laureata nel luglio del 2013 in Scienze della Comunicazione:Editoria e Giornalismo presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Messina. Frequenta attualmente il Corso Magistrale in Metodi e Linguaggi del Giornalismo. Collabora con Magaze da gennaio 2011 come redattrice e video maker. Contatti: flavia.fruscione@libero.it