VALLELUNGA PRATAMENO – Con un blitz dei Carabinieri della Stazione di Vallelunga e Villalba, nel tardo pomeriggio di ieri, è stato arrestato Salvatore Granata, 65 anni, originario di Valledolmo. Nella sua abitazione, in contrada Giardino,  i militari hanno rinvenuto delle munizioni e delle armi illegalmente detenute. L’operazione è stata supportata da un elicottero del 9° Elinucleo di Palermo  per garantire la cornice di sicurezza durante le operazioni di perquisizione ed evitare eventuali fughe di soggetti interessati. Gli inquirenti sono arrivati al ritrovamento a seguito di attività di osservazione, pedinamento e controllo, a carico di alcuni individui. L’irruzione in casa dell’arrestato è avvenuta a metà mattinata. Ogni angolo è stato passato al setaccio,  giardini compresi, ma la prima pistola, una cal. 8 modello ME315, è stata rinvenuta in garage. Nel locale adibito a deposito di fieno, accessibile tramite un’aia utilizzata per animali e pollame, in una botola interrata e nascosta, è stata invece scoperta una rivoltella regolarmente matricolata, calibro 7.65, avvolta in un panno, un fucile marca Franchi, cal. 12, regolarmente matricolato avvolto in teli di plastica, cinquanta cartucce cal. 7.65, alcune a testa tonda ed altre a testa piatta, e trentatrè cartucce cal. 12 occultate in un barattolo. Un vero e proprio arsenale mai denunciato. Granata è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Caltanissetta a disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica di turno Fede. È difeso dall’avvocato Carlo Licciardi del foro di Termini Imerese. Adesso le indagini dei Carabinieri saranno finalizzate ad appurare la provenienza delle armi nonchè il motivo della presenza del nascondiglio. Si pensa infatti che possano essere state utilizzate in passato per fini delittuosi o semplicemente che siano state rubate.