Al via ieri pomeriggio il torneo di calcio a 5 “Insieme per lo Sport e la Legalità” dell’Associazione Livatino

0 52

MUSSOMELI – Il silenzio con cui i partecipanti alla I edizione del torneo di calcio a 5 “Insieme per lo Sport e la Legalità” hanno ascoltato gli interventi del presidente facente funzioni dell’Associazione Livatino Antonino Terrazzino e dell’assessore allo Sport Gaetano La Piana dimostra che il rispetto continua a germogliare soprattutto tra le giovani generazioni. La legalità può dunque fiorire e portare frutto oggi più che mai.
Quei ragazzi, ieri pomeriggio, seduti sugli spalti della Palestra Comunale, hanno ascoltato con maturità le parole e le raccomandazioni di chi, più esperiente di loro, si impegna con manifestazioni di questo genere a trasmettergli sani principi alla base di una società che si definisce civile.
Un voler educarli a quelle regole di buona convivenza che, in un parallelismo azzeccato, Terrazzino ha paragonato alle stesse che si devono rispettare se si vuole giocare una buona partita di calcio. “Bisogna essere una squadra anche nella vita. – ha affermato – Solo così si potranno affrontare i più forti, i prevaricatori, che altro non sono che dei violenti.”
Quindi, ha ringraziato quanti hanno contribuito all’organizzazione della manifestazione, dall’amministrazione comunale all’ASD Mussomeli “Scuola Calcio Giovanni Marchese”, e in particolare l’allenatore Nino Lanzalaco che tecnicamente ha predisposto le varie squadre e curato i vari gironi.
“Spero sia una bellissima dimostrazione di legalità!” – ha esclamato l’assessore La Piana. E di certo un primo assaggio ne ha avuto proprio in quei minuti silenziosi durante i quali è stato ascoltato.
Ad arbitrare la prima partita Angelo Lo Conte.
L’evento si concluderà giovedì 6, con la premiazione della squadra vincitrice.

Nessun commento

Rispondi