CASTRONOVO DI SICILIA – Ne avevamo parlato nel dicembre 2014, quando la sua persona era del tutto celata. Ma adesso possiamo rendere nota la sua identità. Un personaggio molto curioso, quello di Jonny Boccaccio, poeta vissuto nel quattordicesimo secolo e che, come dice lui stesso, l’ nacqui per risollevar l’idioma nostrano/ Parlo del nobil e illustre italiano.
Proprio ieri, il giorno del suo compleanno, aveva avvertito amici e conoscenti di Facebook che in serata avrebbe svelato il suo vero nome: Nel giorno del mio compleanno son talmente emozionato/ di essere giunto ad un anno in anonimato/ ma mi sono stancato /e stasera il mio segreto verrà rivelato.
Rime seguite da complimenti e inviti a non sciogliere il segreto e a continuare a mantenere l’anonimato. Così in serata arriva l’annuncio:

“In una calda notte di agosto
Col cielo stellato
Fui concepito e subito dopo ero già nato.
Tra una chiacchiera, una birra in compagnia che nacque la mi poesia
Così, uscì un nome a casaccio
E fu Jonny, il sommo poeta Boccaccio.
Codesto mi personaggio avea un solo intento
Salvar la lingua italiana da tanto turbamento
E inizialmente in molti diffidenti
Mi hanno schivato
Ma col tempo di richieste e di amicizie fui soffocato
E di questo son fiero e onorato
Perchè con niente scompiglio ho un po’ creato
Tra un sonetto, una ballata e una poesia
Ho portato gioia e allegria
Qualcuno all’inizio si sentiva un po’ offeso
Ma io caparbio non mi sono mai arreso
E se offesa ho arrecato
È perchè con la rima ho un pò giocato
Quel che volevo dimostrare
È che anche i giovani san darsi da fare
Che non siamo solo scalmanati
Ma di grande intelligenza siam dotati.
Tutti nel paese per tempo si son chiesti chi io sia
Davvero non conoscete il sommo poeta?
Suvvia! Ma è giunto il momento
Da molti desiderato
Di scoprir chi dietro a questo profil si è sempre celato.
Otto personaggi
Non in cerca di autore
Ma semplici persone che rimano col cuore
Chi ebbe l’idea del profilo quella sera
Fu lei, Francesca La Barbera
Il nome Jonny più moderno e orecchiabile
Me lo diede lei, Claudia Mirabile
E con un clic del suo dito
Il profilo creó Giuseppe Romito
Cercammo l’immagine con corona di alloro
E la trovarono subito le sorelle Giulia e Martina Antinoro
Una breve collaborazione, con la sua rima toscana
Un plauso a Sanfratello Tiziana
Il fratello si arrabbierà scoprendo l’inghippo
Ci dispiace cugino Vitale ma c’era anche lei, Elena Sanfilippo
Ed infine, lei dal capello ricciolino
La strofa si chiude con Francesca Amorino
E ora che l’arcano mistero è stato svelato
Potrete dormire sereni
Senza il sonno disturbato.
Tutto ciò che in quest’anno vi ho donato con le mie parole non l’ho fatto a casaccio,
Vi porterò sempre nel mio cuore
Il vostro caro
Jonny Boccaccio

“E adesso che l’arcano è stato svelato, per tutti voi i complimenti e un applauso davvero meritato!”, scrive Flavia. “Complimenti ragazzi, siete stati uno spasso!!!” dice Giuseppe. 

“Jonny è nato come gioco, poi è diventato quasi una seconda identità virtuale. Il profilo garbato ed educato che non cede alle provocazioni è stato voluto!” scrive Claudia Mirabile, una delle autrici.

Così il Certaldese si congeda:
Mi mancherete popolo facebookkiano/
Ma me ne torno in Arno a sciacquar li panni/
E a sedere comodamente sul divano.