FOTOMUSSOMELI – Venerdì scorso i Carabinieri della Compagnia di Mussomeli ed i militari della Guardia di Finanza, su disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica Fede, hanno prelevato ed eseguito campionamenti d’acqua presso l’invaso Fanaco, il potabilizzatore di Cammarata, la Stazione di sollevamento di Acquaviva Platani, il punto di prelievo di via Leonardo da Vinci e quello dell’Ospedale a Mussomeli, e il partitore e il serbatoio di Contrada Germano. I campioni prelevati sono stati successivamente sottoposti a sequestro ai fini dell’analisi chimica e batteriologica in considerazione dell’emergenza idrica che negli ultimi mesi ha interessato vari comuni della provincia di Caltanissetta e Agrigento. Tutte le operazioni sono state effettuate unitamente al personale sanitario dell’ASP, e notificate ai legali rappresentanti delle società Siciliacqua e Caltaqua presenti al momento dei prelievi. Spetterà al Laboratorio di Igiene e Sanità pubblica dell’Azienda Sanitaria 2 di Caltanissetta fare gli esami qualitativi, chimici e batteriologici, per verificarne la potabilità ed i parametri previsti dalla Tabella A del D.L.vo 31/2001. I risultati sono attesi a metà settimana.