PALAZZO ADRIANO – Sul nuovo campetto comunale di Palazzo Adriano ha preso inizio il Trofeo Paradise, un torneo di calcetto femminile che vede impegnate USD Pro Alia, ASD Castronovo Pink, C.F. 5 Fair Play Lercara e ASD Palazziotta. Il torneo è stato organizzato dalla locale Consulta Giovanile ed ha come scopo quello di far conoscere uno sport che fino ad oggi si è sempre visto come maschile, ma che adesso, nella versione femminile sta riscuotendo molto entusiasmo e partecipazione. Il 27 dicembre si sono disputate le semifinali. USD Pro Alia-ASD Castronovo Pink 1-3 Partita sempre viva che vede continui capovolgimenti di fronte ma sono le ragazze della Castronovo Pink a sfruttare gli spazi. Dapprima la difesa della Pro Alia chiude bene e costringe le castronovesi a tiri da lontano. Le azioni ben manovrate delle aliesi portano più volte la squadra di mister Ditta vicinissima al gol ma sono le castronovesi a trovare il gol, per ben 2 volte nel primo tempo. Nel secondo tempo mister Piazza cambia modulo e si limita a controllare. E’ quì che la Pro Alia insiste e trova il meritato gol della bandiera ma poco più tardi la Castronovo Pink chiude definitivamente i giochi sul 3-1. ASD Palazziota-C.F. 5 Fair Play Lercara 1-5 Partita dal risultato segnato già prima di scendere in campo ma a sorpresa la Palazziota trova il vantaggio su un rinviofortunato del proprio portiere. Dopo il vantaggio mister Spata non cambia modulo e nonostante l’inferiorità tecnica continua ad attaccare. Gli attacchi del Fair Play Lercara vengono chiusi bene dalla difesa avversaria e così il primo tempo si chiude sull’uno a zero. Mister Cangialosi nell’intervallo sprona i suoi e complici la stanchezza dell’esordiente squadra palazzese e la qualità delle lercaresi, Fair Play Lercara mette a segno 5 gol in venti minuti e passa il turno.

Il 4 gennaio, sullo stesso campo di Palazzo Adriano , a partire dalle 15:00 si disputeranno la finale per il terzo e il quarto posto USD Pro Alia-ASD Palazziota e la finalissima ASD Castronovo Pink-C.F. 5 Fair Play Lercara.

Francesco Marino