Piero Infantino accetta una nuova sfida: va all’Atletico Catania

Infantino e Proto al momento della presentazione.

CAMMARATA – A volte ritornano. Piero Infantino è ufficialmente il nuovo allenatore dell’Atletico Catania, formazione gloriosa che milita nel campionato d’Eccellenza girone B. Il tecnico nativo di Cammarata, che arriva dalla splendida avventura sulla panchina della Leonfortese, riabbraccia il suo passato da giocatore. Proprio così, perchè Infantino è stato difensore e capitano del sodalizio etneo negli anni d’oro, dal 1995 al 2000. Il rapporto con il club catanese è stato sempre ottimo ed per questo motivo che il presidente Franco Proto ha deciso di affidargli questo nuovo incarico. Il lavoro all’allenatore Piero Infantino, che in passato ha guidato tra le altre Latina, Rieti, Licata e Messina, non mancherà sicuramente: l’Atletico Catania infatti ricopre l’ultima posizione in classifica del girone orientale d’Eccellenza. L’obiettivo è cercare di salvare questa gloriosa realtà. Un compito difficile ma di certo non impossibile per uno come lui. “Ritorno a casa – ha detto a caldo Piero Infantino – e ritrovo il presidente Proto. Ho sempre detto che mi sarebbe piaciuto lavorare con lui e finalmente questo sogno si è avverato. Sono felice e allo stesso tempo consapevole che il compito in questione non è dei più facili. Basta vedere la classifica, però credo che con il lavoro e con l’impegno, con l’aiuto della società e con il mercato alle porte, potremo risalire la china, togliendoci dalle zone pericolanti”. Piero Infantino ha conseguito da tempo a Coverciano il patentino di prima categoria che gli consente di poter allenare formazioni militanti dalla Serie C alla Serie A. L’allenatore cammaratese prende il posto di Antonio Marletta, con quest’ultimo che ricoprirà altri compiti manageriali.

Giuseppe Varsalona