SAN GIOVANNI GEMINI – Ci speravano tutti, dirigenti, giocatori, tifosi e appassionati. C’era tanta euforia per il ritorno allo stadio Nino Lo Bue che fino a ieri sembrava imminente, ma nel giro di ventiquattro ore la situazione si è capovolta, l’euforia diventa rabbia, crollano le speranze e il Gemini gioca di sabato, a Campofranco.  Inaugurazione rimandata al 18 ottobre, forse.  Ma non c’è tempo per la burocrazia, c’è una partita da affrontare, c’è voglia di far bene, soprattutto dopo l’ultima partita vinta a Sciacca. Mister Nicola Serio lo sa, arriva l’Alcamo che ha tanta fame di vittoria visto che domenica in casa ha impattato per uno a uno contro il Favignana. Nella quarta giornata di Promozione la compagine sangiovannese non potrà sfruttare il fattore campo ma ha dalla sua la rosa al completo e buone notizie arrivano dall’infermeria visto che Cicala e Levatino in settimana sono tornati ad allenarsi dopo gli infortuni che li hanno tenuti fermi per quasi un mese. Grande battaglia quindi per i biancorossi che si preparano ad affrontare il primo match “casalingo”. A dirigere sarà il signor Mario Saia della sezione AIA di Palermo assistito da Napoli e Giambrone della sezione agrigentina.

Vincenzo Compilati