Photo gentilmente concessa da Enrico Azzarello.

SAN FRATELLO (ME) – Alle ore 18:25 di ieri, domenica 5 Giugno 2022, è arrivato il verdetto tanto atteso da un’intera comunità. Il Gemini, pareggiando 1-1 a San Fratello, in provincia di Messina, approda meritatamente nel campionato siciliano di Promozione. Una lunga ed interminabile cavalcata, a tratti estenuante e faticosa per la formazione capitanata da Renato Maggio, alla sua ennesima promozione da allenatore. Undici lunghissimi mesi di lavoro che alla fine hanno prodotto ciò che l’ambiente sangiovannese desiderava, ovvero ritornare in Promozione a distanza di 12 anni (l’ultima volta nella stagione 2010-2011).

A San Fratello, nel messinese, il Gemini si è presentato con rabbia agonistica, grinta e determinazione. Per i biancorossi due risultati su tre a disposizione nell’ultimo match valido per il triangolare play-off “retrocesse” di Prima Categoria. L’1-1 finale ha così premiato l’undici di San Giovanni Gemini in virtù della migliore differenza reti nei confronti proprio del San Fratello, formazione arcigna e mai doma. Nel settore ospiti anche un folto gruppo di tifosi biancorossi a seguito della squadra nonostante il forte caldo e la distanza chilometrica.

Nella prima frazione di gioco non mancano le occasioni degne di nota. La posta in palio è davvero alta: nessuno può permettersi distrazioni. Il San Fratello, per ottenere la promozione, deve obbligatoriamente vincere questa gara. Il portiere biancorosso Ilardi, tra il 16′ ed il 32′, ci mette i guantoni per sventare due chance da goal in favore dei messinesi. Il Gemini risponde con Lio prima e Centinaro poi, ma con poca fortuna in entrambe le circostanze. All’intervallo è zero a zero: questo risultato premierebbe la compagine sangiovannese.

Nel secondo tempo i ritmi si alzano inevitabilmente anche se il caldo diventa il peggior nemico dei ventidue in campo. Mister Maggio indovina il cambio che darà la scossa al match, inserendo l’attaccante Fabio Messina. Il bomber di Mussomeli, infatti, impiegherà pochissimo per mettere il sigillo e sbloccare la partita al 57′ con un guizzo in piena area di rigore da vero opportunista. Il San Fratello è comunque vivo e non si disunisce. Questo permette ai messinesi padroni di casa di pervenire al pareggio, al minuto numero 70′, con la prodezza di Fiore che supera l’uscita di Ilardi con un delizioso pallonetto stilisticamente perfetto. A quel punto è il San Fratello ad attaccare per trovare il goal promozione. Il Gemini deve difendere con le unghie e con i denti questo preziosissimo pareggio per brindare al salto di categoria. Brividi nei minuti finali: Ilardi al 93′ si supera su Praticò, mentre al 94′ il colpo di testa di Sanna termina alto sopra il montante. Sospiro di sollievo.

Dopo 7′ interminabili ed estenuanti minuti di recupero il direttore di gara fischia tre volte, sancendo così la conclusione dell’ultimo match valido per il triangolare play-off. L’1-1 premia, come già detto, i biancorossi del Gemini che danno il via ai festeggiamenti all’interno del terreno di gioco. Una promozione meritata dal giovanissimo gruppo guidato dall’esperto tecnico Renato Maggio, uno che sa come trasmettere il suo credo calcistico ai propri ragazzi. L’allenatore di Cammarata firma questo traguardo al suo primo anno sulla panchina biancorossa. Il merito è certamente quello di aver amalgamato alla perfezione questo gruppo, creando il giusto mix tra gioventù locale e uomini d’esperienza.

Mister Maggio (nella foto accanto) che, al termine dell’impresa a San Fratello, si è mostrato visibilmente emozionato per l’obiettivo raggiunto dai suoi ragazzi: “La mia squadra – ha ammesso – così come il Sant’Alessio e il San Fratello, meritavano tutte di andare in Promozione per quello che hanno fatto nell’arco della lunga stagione”. Poi, sommerso dalla foga dei propri ragazzi e visibilmente commosso, ha voluto dedicare questa vittoria “all’amico Giovanni, scomparso nel 2014, grande tifoso del Gemini, che oggi penso proprio sarebbe stata la persona più contenta di tutti alla luce di questa promozione”. 

Nel frattempo festa grande a San Giovanni Gemini dopo aver appreso la notizia. Alle ore 23:00 circa bagno di folla con l’arrivo dei giocatori, dei dirigenti e dei tifosi da San Fratello, così è stato dato il via ai festeggiamenti nell’aria adiacente la “Madonnina Nera” e poi in “Largo Nazareno” per accogliere i protagonisti di questa lunga cavalcata. Fumogeni, vessilli biancorossi, striscioni e tamburi hanno allietato la serata che entrerà obbligatoriamente nella storia calcistica di San Giovanni Gemini. Il prossimo anno giocherà in Promozione. Una piazza che si ripresenta nel calcio che conta dopo anni in chiaroscuro trascorsi in Prima, Seconda e Terza Categoria a seguito del fallimento della matricola ex GSD Gemini nell’estate del 2015.

In serata sono arrivati puntali i complimenti dalla vicina Cammarata per l’ottenimento della promozione. La società dell’ASD Kamarat calcio, retrocessa in Prima Categoria dopo aver perso lo spareggio play-out a Castelbuono, ha mostrato grande sportività, complimentandosi con i “cugini” sangiovannesi. “La nostra società si congratula con l’USD Gemini calcio – si legge nel comunicato apparso sui social – per il salto di categoria in Promozione e augura un grande in bocca al lupo per il futuro alla società, ai calciatori e al tecnico Renato Maggio. Buona fortuna!”. Come si dice in questi casi, viva lo sport e complimenti al Gemini.