Cammarata: l’IISS “Madre Teresa di Calcutta” partecipa al Festival delle Scienze di Roma e incontra il Premio Nobel per la Fisica

ROMA – L’obiettivo principale della scuola è quello di creare uomini capaci di fare cose nuove e non ripetere quello che semplicemente hanno fatto le generazioni passate, è questa la filosofia che ha spinto i docenti del Calcutta a cimentarsi in questa avventura d’avanguardia. I ragazzi hanno bisogno di stimoli nuovi e concreti e la nostra scuola ha il dovere di tenerli per mano in questo percorso.

Dal 22 al 26 novembre 2021 il liceo scientifico e l’ITIA di Casteltermini e Cammarata hanno partecipato al Festival delle Scienze tenutosi nell’auditorium parco della musica di Roma. La partecipazione all’evento è stata voluta dalla Dirigente Scolastica Graziella Parello e curata dalla prof.ssa De Marco e dal prof. Bongiovanni. La sedicesima edizione del Festival delle Scienze di Roma è stata dedicata al ruolo della scienza di fronte alle sfide globali. Una riflessione focalizzata in particolare a comprendere come possiamo indirizzare il futuro di noi stessi, della Terra e delle specie che vi convivono, alla luce anche degli eventi dello scorso anno, che ci hanno costretto a misurarci con i nostri limiti e con le conseguenze delle nostre azioni.

Il Festival ha affrontato, ci raccontano i ragazzi, i temi cruciali dell’attualità e della ricerca, dalla medicina all’epidemiologia, dalla genetica alla psicologia, dalla fisica delle particelle alla biochimica, dalla geopolitica all’economia, dall’etica alla filosofia, con il consueto approccio multidisciplinare e trasversale. Grazie a questa esperienza i ragazzi delle classi quarte dell’ITIA e del liceo hanno avuto la possibilità di ascoltare le voci della scienza più avanzata, i grandi nomi della ricerca italiana e internazionale, ma anche filosofi e storici della scienza, giornalisti, economisti ed esperti. Il tutto ha avuto come sfondo la meravigliosa città eterna, oltre al festival gli studenti hanno avuto la possibilità di visitare Roma e di ammirare le sua infinita bellezza artistica, esplorare Roma è la più completa lezione di arte e di storia che i ragazzi potessero ricevere.

I ragazzi di Cammarata sono stati accompagnati in questo viaggio dalla prof.ssa Marta Centinaro e dalla prof.ssa Giovanna Licata Caruso, quelli di Casteltermini dalla prof.ssa Rosalinda Mancuso e dal prof. Michele Rondelli. Le proff. Mancuso e Licata Caruso sono anche state le organizzatrici del viaggio, in quanto referenti dell’area strumentale di pertinenza. La partecipazione al festival ha permesso ai ragazzi ma anche ai docenti di riflettere sui contributi che la scienza ci può offrire rispetto alle sfide di oggi e dei prossimi anni. Nella serata del 25 novembre i ragazzi hanno avuto l’opportunità di assistere ad una lectio magistralis con Giorgio Parisi, premio Nobel per la fisica 2021. L’esperienza è stata un gran successo e da oggi i nostri ragazzi portano con loro un bagaglio ancor più carico di conoscenze umane e culturali, la scuola è il nostro passaporto per il futuro, perché il futuro appartiene a coloro che oggi si preparano ad affrontarlo.

COMUNICATO

Exit mobile version
Magaze

GRATIS
VISUALIZZA