Calcio – Ripartono i tornei di Promozione e Prima Categoria: per le “Sicane” un lungo sprint fino a Natale

MONTI SICANI – Dopo tre settimane di pausa si riaccendono i motori. Sono pronti per ripartire, infatti, i campionati dilettantistici di Promozione e Prima Categoria, fermi dallo scorso 24 Ottobre. Tutte le società hanno avuto modo di ricaricare le batterie, affilare le armi e migliorare alcuni aspetti tecnico-tattici non andati a perfezione nel corso della prima parte di stagione. Processo alquanto importantissimo, perché da domenica prossima si ricomincia a fare sul serio. In Promozione e Prima Categoria si preannuncia un lungo “sprint” da qui a Natale che potrà certamente dire tanto in termini di classifica e non solo. Un intenso “rush” che ci condurrà alla conclusione del girone d’andata prima delle festività natalizie.

In Promozione girone A è la capolista Resuttana San Lorenzo la società che, ad oggi, sembra avere più slancio di tutte in queste prime sette giornate di campionato. All’inseguimento troviamo un’altra formazione forte e competitiva: si tratta del Gangi, società gloriosa delle Madonie, che insegue la vetta a tre lunghezze in meno. Corrono veloce anche Lascari, Fulgatore e Raffadali. La netta impressione è che le trapanesi Folgore Castelvetrano e Alba Alcamo prima o poi usciranno fuori, dando dimostrazione del loro potenziale. Ed eccoci al Kamarat, l’unica società “Sicana” presente in questo campionato. Andamento altalenante per i biancoazzurri: solo 7 punti in classifica, frutto di una vittoria, quattro pareggi e due sconfitte. Una formazione giovanissima quella allenata dall’esperto Mimmo Bellomo (nella foto accanto), che gioca un buon calcio ma che fin qui ha raccolto meno di quanto avrebbe in realtà meritato. L’undici di Cammarata deve indubbiamente rialzare la testa e risalire la classifica: il quart’ultimo posto è tutt’altro che tranquillizzante. Per riuscire a districarsi dalle sabbie mobili ci si affida alle giocate, alla fantasia e all’esperienza di Mariano Cordaro, 39 primavere alle spalle, su tutto il fronte offensivo. Ma non solo: mister Bellomo può contare sull’inventiva e sui goal del “furetto” Cosimo Panepinto e sulle prestazioni del neo acquisto Cristian Desi. Domenica intanto l’imperativo è riacciuffare un successo che al Kamarat manca esattamente da due mesi (era la prima giornata di campionato, contro la Folgore). L’occasione è ghiotta: a Cammarata arriva la Supergiovane Castelbuono ultima in classifica con il magro bottino di un solo punto. Tre punti dunque obbligatori per ri-proiettarsi in posizioni di classifica molto più tranquille.

In Prima Categoria girone B siamo solo alle battute iniziali. Impossibile fare analisi dettagliate visto e considerato che sono appena trascorse solamente cinque giornate di campionato. Tuttavia possiamo prendere al volo i primi segnali che ci lancia l’attuale classifica. Il Bagheria Città delle Ville è indubbiamente la formazione da battere: non a caso è in vetta con 13 punti (4 vittorie e un pareggio). L’altra corazzata di questo girone, costruita per il salto di categoria, è l’inseguitrice Aspra, società del palermitano molto ambiziosa e trascinata dalle reti di Scillufo e Lo Coco, elementi di categoria superiore. L’Atletico Favara rimane un’insidia di primo livello, così come il giovane Gemini che fa del tecnico Renato Maggio (nella foto accanto) il proprio punto di forza. Fin qui i biancorossi stanno rispettando le attese della vigilia: quarto posto in classifica con 9 punti (3 vittorie e 2 sconfitte) e qualificazione ipotecata in Coppa Sicilia. Mister Maggio, dopo una “vita” nella vicina Cammarata, ha sposato questo progetto che si sta rivelando entusiasmante e all’insegna della linea verde. Il trainer sangiovannese ha più volte dimostrato di saper lavorare con i giovani; oltretutto si affida ai goal dell’esperto Zeus, alla grinta di Hader a centrocampo e alla solidità di Messineo in difesa per togliersi le giuste soddisfazioni. Il Gemini, al rientro in campo, sarà atteso dalla difficile trasferta di Sommatino contro la Sommatinese, ennesimo esame per i biancorossi, che da qui a Natale vogliono aprire un ciclo di risultati positivi senza arrestare la propria corsa.