A Cammarata la 1^ giornata del kurzhaar Sicilia

“…e quindi uscimmo a riveder le stelle…” (Inferno XXXIV, 139).

È proprio all’ultimo verso dell’Inferno dantesco, presagio del nuovo cammino di luce e di speranza dopo le tenebre precedenti, che ho ritenuto necessario dover attingere per descrivere la sensazione di libertà che in questa giornata ha colmato il cuore di tantissimi appassionati cinofili e cacciatori che si sono ritrovati domenica 23 maggio 2021 a Cammarata (AG) per la 1^ giornata del kurzhaar Sicilia ospiti della splendida azienda agro-venatoria dei fratelli Raineri.

Una giornata che ha visto protagonisti soprattutto i nostri amati kurzhaar meglio conosciuti come bracchi tedeschi, cani da caccia appartenenti al gruppo 7 – cani da ferma – della Federazione Cinologica Internazionale. Ma è stata soprattutto una giornata dedicata alla socialità ed a quella sana aggregazione che è venuta a mancare nell’ultimo anno e mezzo causa pandemia globale di COVID 19.

Bisogna dar merito del magnifico risultato in primis al Kurzhaar Club Sicilia, che annovera tra i suoi tesserati circa 60 soci, molti dei quali presenti alla manifestazione, che hanno svolto ognuno il proprio compito egregiamente a partire dal Presidente Carlo Inturrisi, ma l’onere e l’onore maggiore è stato quello del socio fiduciario Giuseppe Malta, che, essendo del luogo, ha dovuto coordinare e organizzare nei minimi particolari tutte le operazioni per far sì che la giornata scorresse liscia e alla perfezione. Ovviamente nulla sarebbe stato possibile senza la partecipazione dei tantissimi appassionati del bracco tedesco, della cinofilia intesa come selezione zootecnica del cane da caccia e dei cacciatori locali venuti a trascorrere semplicemente una giornata in compagnia di altri appassionati arrivati da tutta la Sicilia.

La manifestazione ha visto i cani impegnati al mattino in una verifica funzionale (prova di lavoro) con l’utilizzo di quaglie immesse senza abbattimento e al pomeriggio in una verifica morfologica informale (esposizione) con 26 cani a catalogo.

Tantissimi gli appassionati presenti con mogli, fidanzate e figli al seguito, che aspettavano con trepidante attesa una “tinta” favorevole ai DPCM per la Sicilia tale da far recuperare quella socialità cinofila che è spesso mancata nel recente passato.

Come detto, si parte al mattino con le verifiche funzionali, prova di lavoro su quaglie immesse senza abbattimento, i 26 soggetti iscritti vengono suddivisi in 4 categorie, MASCHI, FEMMINE, GIOVANI MASCHI E GIOVANI FEMMINE (max 24 mesi) giudicati dagli amici e selezionatori per la squadra che rappresenterà la Sicilia al Campionato per Delegazioni, Giorgio Bongiorno e Girolamo Di Giovanni. In classifica vanno 5 soggetti: Cuper della Riserva Reale e Loco del Cakic condotti dalla vecchia volpe Mauro Maggiore, Adela di Paola Mezzasalma, condotta da Vito Vitaliti, Ysac di Giuseppe Malta e Oasi di Gregorio Roccaforte. Alla fine della verifica funzionale si passa a “tavola”…tutti insieme, organizzatori, soci partecipanti e non, accompagnatori e appassionati di ogni genere, davanti alla griglia per recuperare le energie spese con dell’ottima carne alla brace seguita da frutta varia. Deposta la “forchetta” di guerra, ci si ricompone per il raduno pomeridiano, una verifica morfologica informale con gli stessi soggetti del mattino ma con protagonisti differenti. Nella categoria MASCHI, il miglior soggetto sarà ARDRUBER OWEN, condotto magistralmente dal giovane Alfredo Russo (appena nove anni) che risulterà successivamente “MIGLIOR SOGGETTO” della manifestazione, nella categoria FEMMINE, miglior soggetto sarà ELSA di Giuseppe Accardo mentre tra i giovani (max 24 mesi) spiccheranno ARAGÓN di Vito Vitaliti tra i maschi e FIONA di Rosario Pompeo tra le femmine. Alla fine della manifestazione la soddisfazione e la gioia è tanta e nei visi di tutti i partecipanti sono dipinti solo sorrisi di gioia e spensieratezza. Ci si lascia e saluta con l’augurio di potersi incontrare nuovamente al più presto.

Comunicato stampa dell’associazione Kurzhaar Club Sicilia.