San Giovanni Gemini: si è dimesso l’Assessore Biagio Lupo

SAN GIOVANNI GEMINI – Con una lettera inviata al Sindaco e inoltrata alla nostra redazione l’Assessore Biagio Lupo ha rassegnato le dimissioni
dalla carica di Vice sindaco e Assessore del Comune di San Giovanni Gemini.

Di seguito il testo completo della lettera:

Egregio Signor Sindaco, Dott. Carmelo Panepinto, con la presente intendo rassegnare le mie dimissioni dalla carica di Vice sindaco e Assessore all’ urbanistica, attività produttive (artigianato, commercio, agricoltura) e pubblica istruzione, deleghe ricevute dalla S.V con determina sindacale n.23 del
04/07/2018.

Giungo a questa decisione dopo una lunga e travagliata riflessione.
Come Lei sa questo momento per me è stato motivo di attenta analisi e di coinvolgimento emotivo personale e familiare, con lo stesso parametro arrivo a questa soluzione. Le mie motivazioni sono soprattutto legate alla sempre maggiore difficoltà da me riscontrata di coniugare un incarico pubblico di
grande responsabilità quotidiana con l’impegno lavorativo personale che mi porta a spostarmi quotidianamente fuori paese. Tutto questo richiede concentrazione, passione, energia e una forte motivazione che sta alla base della crescita professionale e umana. L’incarico prestigioso da Lei conferitomi ha avuto, come io sono abituato a fare nelle esperienze di vita che affronto, la priorità assoluta sulla mia vita personale e familiare cosi come è corretto fare quando si ricopre una carica pubblica di questo spessore. Riconoscendo e apprezzando il valore delle istituzioni, con la sensibilità personale di uomo, padre e di cittadino ho amministrato insieme a Lei, che ringrazio per la fiducia
accordatomi e agli altri colleghi Assessori che compongono la Giunta Comunale.

Ho avuto l’onore di rappresentare Lei, questo Comune, in diverse occasioni pubbliche in cui ho imparato a conoscere il tessuto sociale e culturale della nostra comunità: scuole, associazioni, parrocchie, giovani, artigiani, commercianti, volontari, anziani, disabili, ma tutti cittadini che, a modo proprio, esprimono e rappresentano le idee, la volontà, le paure, i bisogni di un intero paese. Partecipando a diversi incontri nell’hinterland sono venuto in contatto con la vita amministrativa di altri comuni con cui ho intrapreso
rapporti di conoscenza e preziose collaborazioni, questo mi ha permesso di comprendere, effettuando comparazioni tra noi e gli altri, quanto il nostro modo di amministrare sia assolutamente innovativo e come Lei con la Sua pluriennale esperienza sia un punto di riferimento per le altre realtà. Non sta a me fare un bilancio del contributo che ho potuto dare alla mia città in questi anni: certamente avrei potuto fare di più e meglio; ma posso dire in coscienza di aver dato, compatibilmente con il tempo disponibile e le mie capacità, il massimo impegno in questo incarico, che ho considerato come una forma di servizio nei confronti della comunità nella quale vivo. E certamente, con lo stesso impegno, cercherò se necessario di mettere l’esperienza acquisita al servizio di chi sarà chiamato a svolgere questo compito dopo di me.

Devo rivolgere molti ringraziamenti: in primo luogo al Sindaco, Dott. Carmelo Panepinto, che ha voluto dare tutta questa fiducia ad uno sconosciuto della politica e che mi è stato sempre una guida sicura e autorevole; poi ai colleghi di Giunta, con i quali posso dire che una bella quanto impegnativa esperienza di lavoro è diventata anche una amicizia personale. E naturalmente al SegretarioGenerale, al Presidente del Consiglio e ai Consiglieri, sia di  maggioranza che di opposizione: ai primi per la condivisione dell’impegno e del lavoro per gli obiettivi da raggiungere; ai secondi per il clima di rispetto e di civiltà democratica dimostrata. Infine a tutti gli impiegati comunali il cui lavoro, in tutti i settori, rende possibile il funzionamento di una macchina così complessa come un comune: ma in particolare alle persone con le quali, per il loro stesso ruolo, mi sono rapportato più spesso, senza il cui impegno quotidiano niente avrei potuto fare, e con le quali ho trovato grande sintonia sia di lavoro che personale. Un affettuoso augurio a tutta l’amministrazione, per portare San Giovanni Gemini verso sempre migliori e più alti obiettivi.

Certo che Lei vorrà accettare le motivazioni di tale decisione e sicuro di una Sua comprensione, auguro a Lei e a tutta la Sua squadra buon lavoro.