Emergenza COVID-19 – LND, sospensione delle attività prorogata fino al 13 aprile. Ad oggi difficile ipotizzare una ripartenza

In un momento di estrema emergenza sanitaria ed economica, la Lega Nazionale Dilettanti prova a riordinare le idee, consapevole che in un periodo come questo lo sport in generale passa obbligatoriamente in secondo piano. Preso atto delle nuove disposizioni contenute nel Dpcm dello scorso 1° aprile 2020, gli organi della federazione hanno esteso la sospensione di tutte le attività sino al 13 aprile 2020, sia a livello nazionale che territoriale. Difficile ipotizzare una ripartenza considerato l’attuale stato di emergenza nel quale versa il nostro Paese. Una prima possibilità sarebbe quella di riprendere le attività a maggio, tuttavia gran parte delle piccole realtà dilettanti preferirebbero chiudere anzitempo i giochi e pensare ad una migliore ripartenza a settembre. “Vogliamo chiudere questa tragedia del Coronavirus – ha ammesso Cosimo Sibilia, presidente della Lega Nazionale Dilettanti – aspettiamo senza fare previsioni, che possono essere smentite da un giorno all’altro. Mettiamo al centro di tutto la salute delle persone, se devo dire con certezza quello che succederà, non sento di pronunciarmi”.