Pietro Infantino, primo mese positivo sulla panchina del Tuttocuoio 1957. Migliorano i risultati, la salvezza è possibile

PONTE A EGOLA (PISA) – E’ trascorso esattamente un mese dall’insediamento del cammaratese Pietro Infantino sulla panchina del Tuttocuoio 1957, blasonata società toscana che milita nel girone E del campionato di Serie D con trascorsi anche in Serie C. Subentrato il 9 ottobre scorso all’esonerato Nico Scardigli, l’allenatore ex Acireale ha totalizzato 7 punti nelle cinque gare da quando è alla guida dei neroverdi. Infantino è ancora imbattuto: 4 pareggi (contro San Donato Tavarnelle, Ponsacco, Albalonga e Monterosi) e una vittoria, arrivata il 3 novembre scorso in casa contro il Bastia 1924 per 2-1. Il bilancio è “agrodolce”, ma i risultati e le prestazioni migliorano di domenica in domenica.

Mister Infantino ha saputo dare un’impronta di gioco ben definita alla sua squadra, trasmettendo le sue idee e la sua mentalità alla rosa toscana trascinata dai goal di Chicchiarelli, Olivieri e Pedalino. Il Tuttocuoio 1957 ricopre ancora l’ultimo posto in classifica, tuttavia è sulla buona strada per risalire al più presto verso posizioni più tranquille. La salvezza è un’impresa possibile, ma necessitano punti nelle prossime partite, a partire dal prossimo ostacolo casalingo di domenica prossima, ossia la Sangiovannese quinta forza del campionato. “Ogni nostra partita – ha ammesso proprio Infantino – deve essere l’ultima spiaggia”.