Credit foto Nicola Vaiana

PALAZZO ADRIANO – Proiezioni in piazza di documentari e corti internazionali, ospiti italiani e stranieri, musica jazz, folk e rievocazioni hanno animato per tre giorni la piazza di Palazzo Adriano. Il “Paradiso Film Fest” stasera chiude i battenti e lo fa nel modo più poetico, con l’immancabile proiezione all’aperto di “Nuovo Cinema Paradiso”.

Come nel film di Tornatore, la celebre piazza si trasformerà in arena, per condividere le emozioni del cinema all’aperto: a trent’anni dall’uscita nelle sale cinematografiche dell’indimenticabile pellicola, un’esperienza immersiva e multisensoriale proprio nella piazza che ha incantato il regista di Bagheria. Ospiti d’eccezione della serata gli attori Marco Leonardi e Agnese Nano: gli interpreti dei personaggi di Salvatore ed Elena sono arrivati ieri pomeriggio nel piccolo centro del palermitano per partecipare alla proiezione del film nella sua versione restaurata e svelare i più curiosi retroscena dei momenti vissuti sul set. Un vero e proprio salto nel passato, tra passeggiate per le vie del paese, visite nei musei e i numerosi incontri di queste ore con tanti cittadini con cui hanno condiviso il set e convissuto nei mesi delle riprese alla fine degli anni ottanta, 

Un evento fortemente voluto dall’amministrazione di Palazzo Adriano e dal sindaco che da ragazzino, assieme a tantissimi altri cittadini, ha vissuto in prima persona l’esperienza sul set di Cinema Paradiso come comparsa: “Una manifestazione culturale di grande valore”, racconta a Magaze il sindaco Nicola Granà. “Attraverso lo sguardo della macchina da presa, ma anche con la musica, abbiamo affrontato un tema impegnativo, quello della migrazione: la gente ha risposto bene, ha apprezzato la tematica ed è rimasta incollata alle sedie ogni sera e noi siamo stati puntuali con il nostro festival nell’affrontare un tema così delicato. In questo momento storico molti nostri rappresentanti delle istituzioni veicolano messaggi di odio e di divisione tra le persone, ma la nostra splendida piazza, attraverso il “Paradiso Film Fest”, ha fatto da eco ai valori della condivisione e dello stare insieme. Inoltre – conclude Granà – a 30 anni dall’uscita nelle sale del premiatissimo film di Tornatore dedichiamo alla nostra piazza e a “Nuovo Cinema Paradiso” la serata conclusiva: sappiamo già che sarà una un momento magico, un’emozione enorme”.

Credit foto Nicola Vaiana

“L’auspicio di questa prima edizione del Paradiso Film Fest”, ha ricordato il direttore artistico e musicista italo-belga Pierre Vaiana, “è stato quello viaggiare insieme verso una fantastica utopia: quella del saper vivere insieme, nella tolleranza, nel rispetto di ogni cultura, e soprattutto nella fantasia e nella creatività. La cultura è viaggio, un viaggio che ci fa attraversare percorsi sensoriali straordinari che ci trasformano completamente, un viaggio che ci apre la mente, che ci fa capire altre percezioni. Questo piccolo paese ha tanto da raccontare e da condividere nella riflessione sul mondo di oggi e di ieri, e di sicuro di domani”.

Il “Paradiso Film Fest” è dunque giunto al giro di boa. Ecco gli ultimi appuntamenti della giornata con “La Piazza è mia – Piazza in festa”: un pomeriggio tra cortei musicali con la tradizionale fanfara siciliana intonata dalla storica banda Alessandro Scarlatti di Palazzo Adriano, la raccolta con i muli bardati per le vie del paese, organizzata in onore dei festeggiamenti del SS. Crocifisso, e i repertori dei canti alla carrettiera interpretati da Giovanni di Salvo, membro e leader dei Cantori di Bagheria, tra gli ultimi eredi della tradizione degli elaborati e arcaici brani che accompagnavano il duro lavoro dei carrettieri siciliani. Sempre in Piazza Umberto I verrà ricostruita l’ambientazione che ha fatto da sfondo alla pittoresca scena de “U strattu”, l’antica arte che vedeva le donne del paese lavorare il pomodoro esposto al sole su tavole di legno. Un’installazione dedicata non solo ai cittadini che alla fine degli anni 80 hanno convissuto con il regista Tornatore e il suo cast di attori, entrando a far parte, seppur soltanto per qualche mese, dell’affascinante mondo del cinema, ma anche ad appassionati di fotografia e instagramer che vorranno entrare nella scena e immergersi in un tour fotografico per immortalare la rievocazione e condividerla in tempo reale; l’inizio della proiezione del film, invece, è previsto alle 22.00.