MONTI SICANI – Le regioni meridionali della nostra Penisola continuano ad essere attaccate dai venti più caldi in risalita dal Nord Africa. Per questo ci attende l’ennesima settimana all’insegna del caldo afoso, caratterizzata da un nuovo “urlo africano” che, con una sorta di doppia fiammata, porterà i termometri a schizzare fino ai 40 gradi nelle ore più centrali del giorno. Mercoledì 7 e giovedì 8 agosto saranno così le giornate più bollenti della settimana: 48 ore praticamente infuocate a tratti insopportabili.

Questa fiammata subirà una breve attenuazione nel prossimo fine settimana, tra sabato 10 e domenica 11 agosto, quando i valori termici torneranno in linea con la media stagionale per effetto di venti meno caldi che determineranno un moderato abbassamento termico. Gli esperti meteo, però, la definiscono una tregua momentanea. In che senso? Nel senso che per l’nizio della nuova settimana è in programma una seconda fiammata africana densa di calore. Questa potrebbe risultare ancora più intensa e diffusa, in quanto, a differenza della precedente, potrebbe interessare l’intero Paese.