PALERMO – Manca davvero poco all’inizio ufficiale della stagione sportiva 2019/2020 per ciò che riguarda il campionato siciliano di Eccellenza. Dopo le lunghe vacanze, impreziosite dalla sessione estiva del calciomercato, tra poco si ricomincerà a correre e a fare sul serio con l’avvio delle preparazioni atletiche.

A presentare il nuovo torneo è direttamente Santino Lo Presti, presidente della Lega Nazionale Dilettanti Sicilia, intervistato dal Portale Goal Sicilia. “Un bilancio dello scorso campionato? Direi parecchio avvincente – ha esordito – non è un caso che molte situazioni si sono decise nelle ultime giornate. Siamo sostanzialmente soddisfatti dell’andazzo e dal canto nostro stiamo lavorando per contrastare la violenza, perchè ci rendiamo conto che si tratta di un problema sul quale non si deve abbassare mai la guardia”.

Santino Lo Presti si sofferma così sul prossimo campionato di Eccellenza: “Giorno 8 avremo il Consiglio – ha ammesso – per cui stabiliremo ufficialmente i due gironi. Vi posso dire che il torneo avrà inizio il 15 settembre, mentre l’1 e l’8 settembre avremo l’andata ed il ritorno del primo turno di Coppa Italia. Gironi a 18 squadre? Ognuno può dire quello che vuole, noi abbiamo confermato due gironi da 16 società, quindi il nostro organico di Eccellenza è confermato per un totale di 32 squadre”.

Uno sguardo del massimo esponente della Lega Sicula è rivolto anche sulle società favorite in chiave ripescaggio. “Ad oggi i posti liberi sono quattro. Akragas, Carlentini ed Enna la scorsa stagione hanno giocato i play-off di Promozione, dunque queste tre società sono sicure del ripescaggio. La matematica non è un’opinione. Per la quarta società si farà una graduatoria e chi avrà accumulato più punti accederà di diritto in Eccellenza”.