SAN GIOVANNI GEMINI –  Nota del “Segretario circolo intercomunale PD San Giovanni Gemini e Cammarata” Rito Compilato sul trasferimento dei locali del Centro per l’impiego. 

Il Sindaco di San Giovanni Gemini, – scrive il Segretario Compilato – con deliberazioni di giunta comunale del 27/09/2017 e del 02/05/2018, ha disposto il trasferimento dell’ufficio di collocamento dai locali di Via Sacramento ai locali di Via Omero “ex caserma carabinieri”, con la motivazione che i nuovi locali sarebbero stati idonei e capienti ad ospitare i dipendenti e ad erogare i servizi alla cittadinanza.

I locali individuati, sono allocati al primo piano, inaccessibili ai disabili in quanto privi di ascensore e di qualsiasi altro accorgimento per l’abbattimento delle barriere architettoniche; inoltre, il locale è provvisto di un solo bagno anch’esso non fruibile dai disabili. E’ stato constatato, altresì, che la struttura è carente di parcheggi esterni adeguati, di porta antipanico, di una sala di attesa sufficiente per l’accoglienza degli utenti, che impossibilitati ad essere ospitati all’interno della struttura, potrebbero arrecare disturbo alla quiete dei condomini (trattandosi di condominio privato).

Considerata la carenza dei requisiti minimi per l’apertura al pubblico dei locali scelti, non si riesce a capire quali siano le reali motivazioni che hanno indotto l’amministrazione comunale a trasferire l’ufficio da locali idonei a locali inadeguati. Forse ci sono “promesse elettorali” da mantenere?

Il circolo intercomunale del PD di Cammarata e San Giovanni Gemini, nell’esprimere disappunto e contrarietà sul trasferimento, propone di rivedere la scelta politica e riportare gli uffici nella vecchia sede, oppure individuare altra sede idonea per garantire il necessario requisito di accessibilità sia al pubblico che al personale dipendente (Rif. norm. Decreto ministro lavori pubblici 1989 n. 236 e ss.mm.ii; D.P.R. 24/07/1996 N. 503 e ss.mm.ii).

Stante il fatto che l’ufficio di recapito è stato creato per servire efficientemente i nostri Comuni, nel tutelare i legittimi interessi dei concittadini fruitori dei servizi, invitiamo tutte le forze politiche a sollevare e sostenere la questione nelle sedi competenti e opportune.

Ritenuto che tutti i parametri (territorio, popolazione, attività economiche, attività professionali e di servizi, imprese agricole ed artigiane) utili ad individuare la scelta della sede centrale del Centro per l’impiego – CPI – sono a favore del nostro territorio, il Circolo intercomunale del PD, nell’ambito di un sano e costruttivo confronto politico, coglie l’occasione per invitare i sindaci ad avviare l’iter procedurale per la revisione dell’assegnazione della sezione circoscrizionale del CPI da Casteltermini ai Comuni di Cammarata e San Giovanni Gemini, senza distinzioni territoriali.