SAN GIOVANNI GEMINI – Manca sempre meno all’inizio ufficiale della nuova stagione sportiva 2019/20. Le notizie che arrivano da San Giovanni Gemini, per quanto riguarda il calcio a cinque, non sono alquanto promettenti: la locale formazione del Gemini Futsal, infatti, rischia seriamente di scomparire perché impossibilitata ad affrontare le spese di iscrizione ma non solo. Poco confortanti, in verità, le indicazioni sopraggiunte al termine di una riunione tecnico-societaria andata in scena mercoledì scorso, nella quale ha visto la partecipazione anche del cosiddetto “zoccolo duro” formato dai giocatori.

La società capitanata dallo storico presidente Gaspare Alongi lancia un appello chiaro e deciso all’amministrazione comunale e agli sponsor, con l’obiettivo di salvare questa realtà, che sulla carta, ipoteticamente, dovrebbe prendere parte al prossimo campionato di Serie C2 per il sesto anno consecutivo. La compagine guidata da Vincenzo Lo Bianco avrebbe la necessità ed il bisogno di “forze fresche” in grado di ridarle un futuro immediato. Quei pochi dirigenti rimasti al timone della società hanno ammesso che questa realtà risulta essere pulita e senza alcun debito.

Tuttavia, questa storica “famiglia” nata nell’estate del 2013 ed appassionata di calcio a cinque, rischia di non poter continuare la propria avventura per la crisi economica e per la mancanza di figure dirigenziali. Troppo alti i costi di gestione tra iscrizione al campionato e lunghe trasferte per quei pochissimi soci rimasti per amore e passione. Anche l’organico dovrebbe subire uno scossone: molti tesserati, tra impegni lavorativi e necessità di nuove esperienze, potrebbero lasciare la comitiva sangiovannese. Il futuro del Gemini Futsal è appeso a un filo: c’è poco più di un mese a disposizione per evitare la disfatta e tornare a correre.