MONTI SICANI – Sul cammino dei pellegrini lungo il percorso della Magna Via Francigena in MTB. E’ l’impresa, se così può essere definita, di un gruppo di ciclisti dei Monti Sicani accomunati dalla stessa passione, l’escursionismo estremo in Mountain Bike. Quest’ultimi si sono dati appuntamento nello scorso fine settimana, venerdì 5, sabato 6 e domenica 7 luglio 2019, per affrontare una delle prove probabilmente più difficili, impegnative ed estreme in cui un Bikers può sottoporsi.

Il gruppo, facente parte dell’Extreme Bike, capitanato e condotto per l’intero cammino da un magistrale Salvo Alferi, ha inaugurato il lungo percorso nella giornata di venerdì partendo dalla Cattedrale di Palermo. Dopo aver attraversato i comuni di Monreale, Santa Cristina Gela e Corleone hanno concluso la prima tappa a Prizzi, sempre lungo la provincia di Palermo. La tappa, nel secondo giorno, prevedeva il passaggio nei comuni di Castronovo di Sicilia, Cammarata, San Giovanni Gemini, per concludersi poi lungo il comune di Sutera, in provincia di Caltanissetta.

La terza ed ultima tappa è stata particolarmente più impegnativa: ha visto i pellegrini oltrepassare i comuni di Campofranco, Milena, Grotte, Racalmuto, Joppolo Giancaxio e per concludere il cammino fino ad Agrigento, l’ultima località del percorso, con l’arrivo presso la Cattedrale di San Gerlando, luogo nel quale è stato rilasciato l’attestato del pellegrino “Testimonium Vie Francigene di Sicilia”. Il gruppo dei Bikers (nella foto in alto) che ha affrontato la lunga tappa era così composto: Piero Siragusa, Gianni Messineo, Daniele Pellitteri, Sergio Vallone, Giuseppe Buffa, Giacinto Dario Sangiorgi, Fabio Lattuca, Salvo Garlisi, Michele Benfari, Salvo Sciacchitano e Salvo Alferi.