CAMMARATA – Il Sindaco Vincenzo Giambrone, risponde all’annuncio della Protezione Civile Regionale, sulla non segnalazione della strada provinciale in contrada Casalicchio.


Scrive il Primo Cittadino:
“Apprendo con vero disappunto, misto a tanta amarezza e delusione, che la Protezione Civile Regionale non abbia ricevuto nessuna segnalazione da Cammarata, in ordine alla frana verificatasi in contrada “Casalicchio”.

Premetto che questa Amministrazione Comunale ha impegnato, sin dal suo insediamento, le proprie  modeste  risorse finanziarie per ripristinare le strade agricole del vasto territorio Comunale, per consentire agli agricoltori di poter raggiungere le loro aziende, prevalentemente ad indirizzo zootecnico.

In merito alla strada comunale di contrada “Casalicchio”, abbiamo eseguito: spianamenti, drenaggi, spandimento di rosticci e piantumazone di eucalipti, ritornando a renderla  transitabile. Purtroppo una vasta ed assai  consistente frana  ha inesorabilmente travolto la predetta strada, ormai inesistente. Siamo subito intervenuti sulla già dissestata Strada Provinciale 39, unica arteria di accesso  a  detta contrada, apportando rosticci e consentendone un precario transito. Più volte è intervenuta, su mia pressante richiesta, la Provincia fornendo rosticci che venivano  spalmati dai privati della zona. Essendosi verificata, anche in quel versante, una frana di grosse dimensioni che ne  bloccava il transito, isolando le diverse aziende, dislocate nella zona, su mia richiesta con carattere d’urgenza, il giorno 4 del mese di febbraio, abbiamo fatto un sopralluogo alla presenza  mia e di altri Amministratori Comunali, Funzionari della Protezione Civile, della Provincia e del Genio Civile, alla presenza di diversi agricoltori della zona.

Il Rappresentante della Protezione Civile, Ing. Carmelo Arcieri, ha redatto apposito verbale, la cui copia è qui inviata. Pertanto, come può il Dirigente Regionale Ing. Foti dichiarare che “da Cammarata non ha ricevuto alcuna segnalazione per la contrada Casalicchio”, se un suo Funzionario il 4 febbraio era presente sui luoghi, su mia urgente richiesta? Forse non avrà letto il verbale di sopralluogo? Ed ancora, a seguito del nubifragio del 3 novembre 2018, ho urgentemente  chiesto e  tenuto un tavolo tecnico presso il Municipio di Cammarata, alla presenza di Funzionari della Protezione Civile, della Provincia di Agrigento, del Genio Civile e dell’Ispettorato e Azienda Forestale.

Dopo ampia disamina e discussione del cataclisma abbattutosi nel territorio comunale, ho chiesto ai presenti di intervenire per ripristinare i danni. Anche di questo doloroso e tragico evento il Dipartimento della Protezione Civile non ne era a conoscenza, nonostante la presenza di un suo Funzionario? Io non sono aduso scaricare responsabilità a chicchessia ma non posso ne debbo accettare questo poco elegante “scarica barile” che fa solo danno e non serve a superare le difficoltà.

Tutto quanto da me dichiarato è verificabile con la nutrita documentazione agli atti del Comune. Sono certo verrà fatta chiarezza e confermo la mia solita ed indiscutibile disponibilità a poter superare ogni e qualsivoglia disagio dei miei concittadini.

Cammarata-sopralluogo-C.de-Casalicchio-Ficuzza-Boccadi-Capra-2_5071