La Condotta Slow Food Monti Sicani, mette in atto un’importante convenzione con l’Università degli Studi di Palermo dal titolo “Plant & Food Heritage: Studi e Ricerche di Etnobotanica nei Monti Sicani”. Si tratta di un progetto di ricerca stipulato in data 25 gennaio 2018, finanziato dalla Società Bona Furtuna, che prevede anche l’erogazione di borse di studio per un importo di € 8.000,00 che saranno riservate a botanici ed esperti in campo agro-alimentare.

L’obiettivo principale del progetto Plant & Food Heritage è il recupero e la valorizzazione del patrimonio alimentare attraverso lo studio dell’uso tradizionale delle piante nelle comunità rurali dei Monti Sicani. La prospettiva di indagine intende focalizzarsi sulle relazioni uomo-pianta ed il modo in cui le comunità locali interagiscono con la biodiversità del territorio traendo da essa risorse di vario tipo.
La ricerca sarà coordinata dai botanici Prof. Giuseppe Bazan Direttore del CIRITA dell’università di Palermo e dr. Pasquale Marino Convivium Leader di Slow Food Monti Sicani.

Il progetto di ricerca, mirerà ad individuare gli usi alimentari e gastronomici tradizionali delle piante e/o derivati attraverso ricerche bibliografiche, raccolte in campo, interviste etnografiche nei Comuni dei Monti Sicani. Sarà valutato il potenziale gastronomico delle piante utilizzate nella cucina tradizionale con particolare riferimento a metodi e criteri a rischio di scomparsa.

Le conoscenze acquisite – conclude Pasquale Marino – saranno orientate alla conservazione ed alla valorizzazione del patrimonio biologico e culturale del comprensorio dei Monti Sicani nell’ottica di una promozione su vasta scala.