MONTI SICANI – La “bufera” di neve a quote molto basse che ha colpito il nostro comprensorio e più in generale l’intera Isola rimarrà solo un ricordo. Perché nel giorno della Befana la situazione al Sud si è presentata in parziale miglioramento. Il nostro Paese, dopo giorni freddi e polari, si ritrova tuttavia ancora “bersagliato” dalle correnti gelide artiche, che determinano condizioni di diffuso maltempo.

Festività giunte al termine, per cui milioni di studenti torneranno sui banchi di scuola. In tal senso che settimana dovremo attenderci? Secondo gli esperti meteo, sarà certamente instabile e parecchio variabile, a tratti anche piovosa. Tra oggi e domani, infatti, le temperature faranno registrare una leggera risalita specialmente nei valori massimi. Da martedì 8 gennaio, invece, ecco che i valori termici torneranno ad abbassarsi a causa di un peggioramento delle condizioni meteo. La settimana corrente potrebbe rivelarsi rigida tra mercoledì 9 e venerdì 11 gennaio: l’aria gelida irromperà in modo più netto sull’Italia andando a penalizzare soprattutto le regioni meridionali.

Valori assai rigidi in particolare di giorno: torneranno le estese e diffuse gelate, mentre nella notte potranno avvicinarsi anche al dì sotto dello zero. Minime tra -1 e 5 gradi, massime in rialzo fino a 9 gradi. I venti soffieranno deboli o perlopiù moderati. Una situazione, insomma, molto simile alla precedente ondata di freddo, anche se in questo frangente il gelo potrebbe risultare leggermente meno intenso. Spiragli di sole, nuvole e pioggia si alterneranno durante la seconda parte della settimana, tanto da determinare una certa instabilità sul nostro comprensorio montano. Venerdì 11 gennaio sono attese le piogge più consistenti, mentre nel fine settimana le condizioni dovrebbero migliorare vistosamente per l’ennesima volta.