PHOTO PIETRO PINNA.

SAN GIOVANNI GEMINI – Domenica nera, nerissima per un Gemini sempre più in crisi di risultati e di gioco. La squadra biancorossa sfida la propria storia, perdendo clamorosamente 4-0 sotto i colpi della Leonfortese allo stadio “Nino Lo Bue” di San Giovanni Gemini. Gli ennesi, giunti sotto la Montagna con velleità d’alta classifica, umiliano e annichiliscono la formazione agrigentina, chiudendo la gara in poco più di mezz’ora e decidendo di non infierire più di tanto nella ripresa. Notte fonda in casa Gemini: si tratta della quarta sconfitta consecutiva e la classifica, nel frattempo, continua a farsi deprimente e pericolante. Serve una scossa, questa potrebbe arrivare dal mercato, ma la società non ha le possibilità economiche per migliorare la rosa come dovrebbe. La squadra, dal canto proprio, fatica enormemente ad esprimere gioco e spesso viene frantumata dagli avversari, così come avvenuto ieri pomeriggio.

Primo tempo da incubo per il Gemini che rimane praticamente negli spogliatoi. La Leonfortese parte a razzo e sblocca la partita dopo 9’ con Inveninato. Due sciocchezze di Mangiapane prima e Barone poi complicano i piani dei biancorossi: entrambi si fanno espellere dal direttore di gara e lasciano i propri compagni in inferiorità numerica nel momento più delicato della sfida. Così la Leonfortese decide che è arrivato il momento di chiudere la contesa. Il vero protagonista è l’attaccante Geraci che sigla una tripletta in meno di 15’: raddoppia al 28’, triplica al 38’ e cala il poker al 43’ per il definitivo 0-4 al termine dei primi 45’.

Nel secondo tempo non c’è proprio partita. Pura accademia e tanta noia. La Leonfortese pensa bene di non infierire più di tanto sull’avversario per rispetto. Il match, col Gemini in 9 uomini, avrebbe potuto assumere connotati alquanto tennistici. Tuttavia gli ennesi gestiscono il possesso palla, sbarrando la strada alla seppur timida reazione dei biancorossi. Il fantasista Scrudato, il più attivo dei suoi, prova a salvare la faccia, ma non è proprio domenica. Il pubblico svuota anzitempo la tribuna, così si arriva al 90’ senza più scossoni.

I ragazzi del Gemini abbandonano il terreno di gioco a testa bassa, scusandosi con i propri tifosi per questa sconfitta umiliante. Non sarà facile, ma bisognerà mettersi tutto alle spalle e ripartire più forte. La rosa è poco assortita e nel corso del mercato meriterebbe rinforzi adeguati. Il Gemini scivola nel frattempo al terzultimo posto rimanendo ferma a 8 punti; la Leonfortese, invece, resta agganciata al treno di testa ed è una seria candidata alla vittoria finale del campionato.

IL TABELLINO DELLA PARTITA:
GEMINI 0
LEONFORTESE 4
RETI: 9’ Inveninato, 28’-38’-43’ Geraci.
GEMINI: Madonia, C. Scrudato (16’ ST Russo), Mangiapane, Schifano (21’ ST La Greca), S. Russotto, Di Piazza (12’ ST Manetta), Petruzzella (1’ ST Vasile), V. Russotto, Giracello (13’ ST Gervasi), Barone, V. Scrudato. All.: Sclafani.
LEONFORTESE: La Biunda (13’ ST Di Marco), D’Alessandro (1’ ST Barcellona), Gazzana (43’ ST Cirpriano), Inveninato (17’ ST Faraci), Rafadal, Ricotta, Scordo, Screpis, Geraci, Volo (13’ ST Monsu), Di Pasqua. All.: Germana.
ARBITRO: Di Sarno della sezione di Trapani.
NOTE: Espulsi Mangiapane e Barone nel Gemini, dalla panchina Messineo. Ammoniti Petruzzella, D’Alessandro, Gazzana e Inveninato.