MONTI SICANI – Anche il mese di novembre è andato ufficialmente in archivio. E’ terminato lasciandosi dietro l’arrivo di una perturbazione atlantica che causerà una moderata instabilità su buona parte delle regioni italiane nel prossimo fine settimana. Si tratta del primo weekend del mese di dicembre, quello che darà il via ufficiale al cosiddetto “inverno meteorologico”. Il leggero dominio dell’alta pressione sulla nostra Isola è durato davvero poco: una presenza che, se non altro, ha dispensato parecchio sole anche se con un clima decisamente freddo e tipico dell’inverno oramai alle porte. Da ovest si avvicina adesso una nuova minaccia che determinerà un netto peggioramento delle condizioni per l’effetto di un vortice di bassa pressione che ha puntato il dito verso l’Italia. Annuvolamenti consistenti e piogge rappresentano i primi evidenti segnali.

La fase più attiva del peggioramento si avrà quando, da oggi, il vortice di bassa pressione si dirigerà verso il basso Tirreno. Anche i valori termici accuseranno il contraccolpo: è attesa un’ulteriore diminuzione delle temperature e le prossime giornate saranno più fredde. Il weekend sui Monti Sicani si aprirà sabato 1 dicembre nel segno dell’instabilità, con cielo nuvoloso e temporali nel primo pomeriggio. Schiarite sono invece previste nel corso della giornata di domenica 2 dicembre: assente il pericolo di precipitazioni, anche se il cielo si presenterà nuvoloso tra mattino e pomeriggio. Tutto sommato il tempo si manterrà in genere buono e non mancheranno ampie schiarite soleggiate. Massime in leggero rialzo da domenica: 12-14 gradi. Stazionarie le minime: 6-7 gradi. Rischio gelate durante le ore notturne. Neve sulla quota dei 2000 metri. Venti generalmente moderati nel corso del giorno, deboli in serata. Ricapitolando: ad un sabato prevalentemente piovoso e perlopiù variabile, si aggiungerà una giornata di domenica caratterizzata dalle ampie schiarite. Tuttavia farà freddo, segno che la stagione invernale è veramente dietro l’angolo.