Il punto sui campionati delle Sicane

Caparbietà, prodezze e un pizzico di rammarico, sono stati i principali ingredienti della 24° giornata. Giornata che ha regalato agli appassionati sportivi dei Monti Sicani, un grandissimo alternarsi di emozioni. Si inizia dal pari soddisfacente, a suon di gol tra Campobello di Licata e Kamarat. Per passare alla gara tra Gemini e Campofranco, che si è conclusa con un pareggio dal sapore agro (per i biancorossi) e dolce ( per i giallorossi). Per finire al colpaccio del Cianciana che supera la corazzata Ribera per 1 a 0.


Al Dino Liotta, il Kamarat conquista un ottimo punto, contro i neovincitori della Coppa Italia, il Campobello di Licata , che in barba alla classifica, mercoledì ha battuto l’Acireale per 1 a 0. La gara è stata ricca di gol. E’ il Kamarat a passare per primo in vantaggio con Galluzzo. Ma tra la fine del primo tempo e l’inizio della seconda frazione, viene ripreso e superato dai locali grazie alle reti di Boncore e Pirrotta. Di Privitera il gol del definitivo pari. Realizzazione, che permette di uscire indenni da un campo ( quello di Licata), in cui per le altre dirette avversarie alla lotta play off, sarà difficile far risultato.

Negli altri incontri il Favara cede la testa della classifica (in favore del sp. Marsala), perdendo in casa della Folgore per 2 reti a 1. Mentre la squadra marsalese non si fa scappare l’occasione e si riporta in prima posizione, grazie alla vittoria esterna per 1 rete a 0 contro l’Arenella. Nel big-mach tra Akragas e Gattoprado, posticipato a lunedì pomeriggio,( per dar maggior spazio alla giornata conclusiva della Sagra del Mandorlo in fiore), ha spuntarla sono stati i locali. Che grazie alla rete di Agozzino al 37° superano palmensi, riuscendo in questo modo a scavalcarli in classifica, collocandosi al terzo posto a soli tre punti dal sp. Marsala ed a uno dal Favara. La lotta per la promozione si fa sempre più interessante con sp. Marsala, Favara, Akragas, Gattopardo e Kamarat, racchiusi in sei punti.


In Promozione, l’infuocato e sentito mach tra Gemini e Campofranco si è concluso sul risultato di 2 a 2. Pari questo, che sta stretto ai ragazzi di mister Restivo, per via delle occasioni sprecate per chiudere la gara, quando il risultato era sul 2 a 1. Pari che invece premia la testardaggine a non arrendersi da parte degli ospiti, che vengono premiati dalla rete di Scillufo nei minuti finali. Va detto, che la prestazione del Gemini contro i giallorossi, è stata positiva. Si è fatto un grosso passo in avanti rispetto le ultime uscite stagionali. Adesso occorre prelevare ciò che di buono si è realizzato contro il Campofranco, cercando in particolare di essere più cinici sotto porta. Perché giunti in questa fase della stagione non si può più assolutamente dilapidare vittorie come questa contro i giallorossi.

Al Comunale di Cianciana è andato in scena un altro acceso “derby ” tra la squadra locale e il Ribera. Ad avere la meglio sono stati i biancoverdi, grazie alla strepitosa prodezza balistica di Giulino al minuto 70. Rete che di fatto consegna i tre punti ai ciancianesi e che frena bruscamente la rincorsa riberese al vertice della classifica. Infatti il Valderice vincendo con un tennistico 5 a 2 sul campo del disastrato Sciacca, allunga ulteriormente. Il Cianciana invece, con questa vittoria vede sempre più vicino la zona play off. Da evidenziare le sconfitte di Carini e Strasatti. Mentre Il Campobello continua la sua risalita in graduatoria vincendo nuovamente, a Palermo contro l’Isola delle Femmine, 2 a 1 il finale.