VILLALBA. Sono già passati tre giorni e non si hanno ancora notizie di Vincenzo Lodato, il settantunenne pensionato di Villalba che nel tardo pomeriggio del 1 novembre ha lasciato la sua abitazione senza far ritorno.

Oggi nel pomeriggio è intervenuto anche un velivolo dei vigili del fuoco che assieme ai carabinieri ha sorvolato Villalba e le zone cirocostanti.

Repentina la messa in moto delle ricerche sin dal giorno della scomparsa dell’uomo: sono stati ispezionati tutti i luoghi frequentati da Lodato, come bar, piazze, nonché le abitazioni dei parenti e i fondi agricoli di famiglia. Pattugliamento I militari della compagnia di Mussomeli hanno battuto centimetro per centimetro il centro abitato di Villalba e l’immediata periferia, controllando ogni casolare e ogni eventuale riparo. Per far ciò si sono avvalsi della collaborazione della guardia forestale.

Ieri a partire dall’alba è stato controllato tutto il territorio circostante con l’ausilio del nucleo carabinieri cinofili di Palermo che si sono messi sulle tracce di Lodato partendo dal punto in cui è stato visto l’ultima volta, il cimitero. Le ricerche si sono poi estese a tutte le vie e i sentieri che dal cimitero di Villalba portano in città e nelle adiacenti periferie.

Ispezionati tutti i casolari abbandonati, i depositi e le baracche intorno a Villalba e in direzione di Polizzello, Vallelunga Pratameno, Marianopoli e verso il bivio Tumarrano. Sono state inoltre pattugliate a piedi tutte le contrade – abitate e non – che circondano la cittadina. A dare man forte ai carabinieri la già citata guardia forestale, i vigili del fuoco e numerose associazioni di volontariato di Villalba e Mussomeli.

Le operazioni di ricerca proseguono ininterrottamente con la presenza assidua di pattuglie dei Carabinieri nel centro cittadino di Villalba e nelle campagne circostanti. L’Arma dei carabinieri ha diramato a livello regionale e nazionale la notizia della scomparsa di Lodato e la sua foto.