FISCO: evasione per 50 milioni di euro

Un’evasione fiscale da 50 milioni di euro e’ stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Agrigento, che l’ha contestata a due imprenditori edili operanti nel territorio montano della provincia ma anche nel Palermitano e nel Nisseno, e completamente sconosciuti al fisco. I finanzieri, con una serie di accertamenti bancari incrociati, hanno individuato “meccanismi di evasione” attraverso l’utilizzo di societ? interposte tutte intestate a diversi prestanome in modo che i due imprenditori operavano sul mercato in maniera occulta. Cosi’ secondo la Finanza avevano accumulato un ingente patrimonio e sottratto a tassazione redditi per complessivi 35 milioni di euro, oltre a compiere un’evasione Iva per oltre 18 milioni e Irap per oltre 1,6 milioni. I rapporti commerciali sono stati intrattenuti dai due imprenditori con societ? e imprese a loro strettamente collegate attraverso prestanome che, a loro volta, non adempivano agli obblighi dichiarativi fiscali, di liqpost_authorazione e versamento delle imposte dovute. L’indagine aveva preso spunto dal monitoraggio delle imprese edili con domicilio fiscale nei Comuni di San Giovanni Gemini e Cammarata, spesso riconducibili ad un ristretto numero di persone ovvero allo stesso nucleo familiare. Gli investigatori hanno rintracciato oltre 12 posizioni accese presso diversi istituti di credito, sui quali sono stati fatti confluire flussi finanziari, sistematicamente sottratti a tassazione e derivanti dall’esercizio di attivit? di impresa assolutamente occulta.

Exit mobile version
Magaze

GRATIS
VISUALIZZA