CASTRONOVO DI SICILIA – Tre università coinvolte, studenti e giovani ricercatori provenienti da 19 paesi differenti e una ricerca che dal 2014 indaga in modo intensivo il territorio di Castronovo di Sicilia, individuato in Sicilia tra le aree che ben si prestano a comprendere fenomeni di continuità e di cambiamento nelle condizioni di vita delle popolazioni passate.

A conclusione della quinta campagna di scavi del progetto di ricerca  Sicily in Transition, il prossimo giovedì 27 settembre, verranno presentati, presso l’Auditorium del comune, i risultati della ricerca che da cinque anni mette in sinergia studiosi e ricercatori delle Università di York, di Tor Vergata e del Salento, con l’appoggio istituzionale della Soprintendenza ai BB. CC. AA di Palermo – Unità Operativa per i Beni Archeologici.

La finalità del progetto di ricerca è stata quella di analizzare, attraverso i dati archeologici, in quale modo i mutamenti di regime politico-sociale hanno influenzato l’organizzazione, la cultura, la composizione e gli stili di vita delle popolazioni che hanno abitato queste aree. L’arco di tempo considerato va dal VI al XIII secolo, periodo nel quale la Sicilia ha visto diverse dominazioni, dalla bizantina all’islamica, dalla normanna alla sveva.

I direttori della ricerca, che hanno svolto indagini sia con metodi nuovi che tradizionali, hanno evidenziato come nel territorio siano presenti aree archeologiche di estremo interesse: una fortezza bizantina dei secoli VII-IX sul Monte Kassar; un fortilizio con fasi del pieno medioevo e dell’età moderna sul Colle San Vitale; un ampio villaggio di pianura con fasi dall’età tardoantica al medioevo, incluse importanti testimonianze di età islamica, nell’area del Casale San Pietro.

Il convegno di presentazione dei risultati della ricerca, in programma alle 17.30, sarà preceduto dalla proiezione di un breve film di Louis Carver e vedrà gli interventi dell’Assessore regionale ai Beni Culturali Sebastiano Tusa; del Sindaco di Castronovo Vito Sinatra; della Soprintendente ai Beni Culturali e Ambientali Lina Bellanca; del Dirigente della sezione archeologica della Soprintendenza ai BB. CC. AA di Palermo Angelo Vassallo; del Professore Martin Carver dell’Università di York; della Professoressa Alessandra Molinari  e del Professore Sandro Carocci dell’Università di Roma “Tor Vergata”; del Professore Salvatore Andrea Galizia dell’Università di Palermo; del Commissario Luca Gazzara e del Direttore del Benedetto Belnome del Parco “Monti Sicani”; coordina i lavori Annamaria Traina, Vice Sindaco del Comune di Castronovo.