SAN GIOVANNI GEMINI – Tre immigrati, due nigeriani, un 30 enne ed un 25 enne, nonchè una donna camerunense di 23 anni, sono stati gli artefici di un vero e proprio “street fight” in pieno centro, nelle adiacenze della chiesa di Santa Lucia, sotto gli occhi allibiti di alcuni passanti.

I Carabinieri della Compagnia di Cammarata, subito allertati da una chiamata di alcuni cittadini terrorizzati al “112”, che segnalava la brutale lite in atto, sono immediatamente giunti sul posto, proprio mentre i tre immigrati si stavano azzuffando. Nel tentativo di separare le parti e riportare l’ordine, uno dei militari è stato colpito ad un braccio, riportando anche una leggera contusione.

La rissa sarebbe scaturita da una discussione di cui non sono ancora chiari i motivi.

I tre stranieri, al termine della violenta lite, hanno riportato delle lesioni non gravi. Immediatamente arrestati, con l’accusa di “Rissa, lesioni personali e Resistenza a pubblico ufficiale”, i tre individui, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati dapprima ristretti agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida e successivamente gli è stata imposta la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.