MISTERBIANCO (CT) – L’Albatros Lercara ha ufficialmente scritto un’altra pagina di storia, chiudendo col botto questa sensazionale stagione sportiva. La formazione di Gaetano Vassallo, che il prossimo anno giocherà nel torneo di Promozione, è riuscita a centrare la storica doppietta: campionato-coppa. I gialloverdi, infatti, si sono aggiudicati la finalissima di Coppa Sicilia, manifestazione riservata alle sole società di Prima Categoria, battendo 2-0 lo Sporting Taormina nell’ultimo atto giocato sul neutro “Valentino Mazzola” di Misterbianco. Prestazione eroica dei palermitani, che hanno chiuso la sfida in 9 contro 11, ma con la determinazione e la grinta da grande squadra. Così, la “famosa” coppa di categoria è andata all’Albatros Lercara, artefice di un’annata “pazzesca” ed “irripetibile”, culminata con la ciliegina sulla torta.

A rompere gli equilibri, dopo appena 3’, è il giovane Muratore che insacca alle spalle di Saia con un potente sinistro. Gialloverdi in vantaggio al primo vero affondo, un colpo invece duro da digerire per lo Sporting Taormina. L’Albatros Lercara controlla con autorità la sfida, ma a pochi secondi dalla chiusura del primo tempo si ritrova in dieci uomini per l’espulsione ai danni del fantasista Pirrotta che si prende due gialli nel giro di un minuto. Gara che a quel punto potrebbe mettersi in salita.

Mister Vassallo nella ripresa ridisegna il proprio assetto tattico con l’intento di mantenere alto il muro gialloverde. L’uomo in più costringe i messinesi ad imporre il proprio gioco. Tuttavia, però, si espongono un po’ troppo ai contropiedi lercaresi. Al 65’ il centrale difensivo messinese Cariotti viene pescato in offside al momento della battuta a rete. Replica Puglia al 71’: Lo Bue è attento. La ghiotta opportunità in favore dello Sporting Taormina si registra all’81’: sponda di Costanzo per Famà che calcia di sinistro ma trova solamente l’esterno della rete.

Il match, a quel punto, diventa teso. Gli jonici, nonostante l’uomo in più, non riescono ad abbattere la resistenza dei gialloverdi che stringono i denti ridisegnando un vero e proprio catenaccio. Il finale diventa teso e convulso. L’Albatros Lercara, al 91’, resta anche in nove uomini: rosso al centrocampista Mossa. Dalla panchina viene allontanato anche l’allenatore Gaetano Vassallo. Il bello del calcio sta nella sua imprevedibilità, così in pieno recupero – al 93’ – i palermitani mettono il sigillo alla loro finalissima siglando il goal del definitivo 2-0 con Bisulca che riceve un pallone d’oro da Galluzzo e con grande opportunismo fulmina Saia. E’ la rete che vale il trionfo in Coppa Sicilia. Storico “doblete” per Facella e compagni, che chiudono col botto una stagione intensissima e ricca di soddisfazioni. Il giusto premio per una squadra che ha pedalato a ritmi elevatissimi per un anno intero. Lercara Friddi calcistica è campione di Sicilia.

IL TABELLINO DELLA PARTITA:
ALBATROS LERCARA 2
SPORTING TAORMINA 0
MARCATORI: 3’ Muratore, 93’ Bisulca.
ALBATROS LERCARA: Zabbia (4’ ST Lo Bue), Ippedico, Mossa, Giannini, Muratore (41’ ST Bisulca), Facella, Mazzeo (34’ ST Polacco), Bonomonte, Galluzzo, Pirrotta, D’Oca (12’ ST Di Franco). All.: Vassallo.
SPORTING TAORMINA: Sala, Cariotti, Cavallaro, Puglia, Caserta, Bonanno, Cipolla, Mannino, Costanzo, Miceli, Franco (1’ ST Famà). All.: La Mela.
ARBITRO: Buzzone della sezione di Enna.