Raccolta differenziata dei rifiuti: Cammarata premiata tra i Comuni virtuosi

CAMMARATA – Con una cerimonia svoltasi al Centro fieristico ‘Le Ciminiere’ di Catania, alla presenza del presidente della Regione, Nello Musumeci, ed altre personalità, sono stati premiati i Comuni siciliani che rappresentano un modello di riferimento per la raccolta differenziata.

Tra questi, anche il Comune di Cammarata che,  ha superato di molto la soglia minima  prevista dalla legge per l’anno 2017, mentre ha raggiunto addirittura l’80,27% nel mese di marzo 2018.

Il Sindaco Dott. Vincenzo Giambrone, ribadisce ancora una volta che, se è stato raggiunto questo lusinghiero risultato, il merito va attribuito alla grande sensibilità e senso civico di tutta la comunità cammaratese.

Con questo premio, giunto alla seconda edizione, la Regione ha voluto riconoscere la buona amministrazione, dei Sindaci, dei Funzionari e delle Aziende che gestiscono i rifiuti.

“Il simbolico riconoscimento della Regione – sottolinea ancora il Sindaco – avrà anche dei  riscontri concreti nelle economie dei cittadini di Cammarata, poiché nel 2018 la relativa tassa sui rifiuti sarà abbassata del 30% , che per ogni famiglia equivarrà dai 50 ai 70 euro circa”.

Per un maggiore approfondimento, il Sindaco, espone qui di seguito una analisi più dettagliata sulla raccolta differenziata.

I costi finali, per l’anno 2018, come già detto, si abbassano, perché aumenta la percentuale della raccolta differenziata e direttamente diminuiscono i costi di conferimento dei singoli rifiuti, producendo un aumento degli introiti dei Consorzi Nazionali per il recupero dei rifiuti riciclabili.

A settembre 2016, quando è stato avviato il servizio di raccolta dei RSU, all’attuale gestore ATI Ecosud srl Teknoservice srl, con gara espletata dall’UREGA (Ufficio Regionale per l’espletamento di gare per l’appalto di lavori pubblici), si aveva una percentuale di raccolta differenziata del 12,00 %.

A questo 12,00 % di raccolta differenziata fanno parte:

  • gli imballaggi in carta e cartone e la carta e cartone che venivano e vengono conferiti presso la Piattaforma della Ditta Flexo Bags srl Aragona al costo di € 0,00/t.;
  • gli imballaggi in plastica, gli imballaggi metallici, gli imballaggi in vetro e gli imballaggi in materiali misti che venivano e vengono conferiti presso la Piattaforma della Ditta Ecoface Industry Srl Ravanusa al costo di € 0,00/t.
  • i rifiuti ingombranti che sono stati conferiti fino a gennaio 2018 presso la piattaforma della Ditta Seap srl Aragona al costo di € 258,50/t. Da febbraio 2018 vengono conferiti presso l’impianto della Ditta Traina srl Cammarata al costo di € 210,00/t.

La rimanente parte di rifiuto, cosiddetto “non differenziato”, ammontante all’88,00 % veniva conferito presso l’impianto della Ditta Traina srl Cammarata, al costo di € 115,00/t.

Nell’ultimo mese di raccolta rifiuti , marzo 2018, si è avuta una percentuale di raccolta differenziata del 80,27 % quindi è elementare intuire che la rimanente parte di rifiuto cosiddetto “non differenziato” ammonta al 19,73 % (contro gli 88 iniziali), il quale viene conferito ad un costo di € 114,90 presso l’impianto della Ditta Traina srl Cammarata.

Della grossa percentuale di raccolta differenziata che per l’appunto è il 80,27 % fanno parte:

  • l’ 1,24 % i rifiuti di abbigliamento (indumenti usati) che vengono conferiti alla Ditta W.E.M. srl Catania per il tramite dell’ATI Ecosud srl in quanto trattasi di offerta integrativa, al costo di € 0,00/t.;
  • l’ 1,25 % i rifiuti metallici che vengono conferiti alla Ditta SPT Ecology srl Favara per il tramite dell’ATI Ecosud srl, in quanto trattasi di offerta integrativa, al costo di € 0,00/t.;
  • il 04,80 % i rifiuti ingombranti che vengono conferiti presso l’impianto della Ditta Traina srl Cammarata al costo di € 210,00/t.;
  • l’ 11,18 % gli imballaggi in plastica, gli imballaggi metallici, gli imballaggi in vetro e gli imballaggi in materiali misti venivano e vengono conferiti presso la Piattaforma della Ditta Ecoface Industry Srl Ravanusa al costo di € 0,00/t.
  • il 15,02 % gli imballaggi in carta e cartone e la carta e cartone che vengono conferiti presso la Piattaforma della Ditta Flexo Bags srl Aragona al costo di € 0,00/t.;
  • il 66,51 % i rifiuti biodegradabili di cucine e mense che vengono conferiti presso l’impianto della Ditta Traina srl Cammarata al costo di € 112,40/t.. Detto rifiuto viene trasformato in compost.

Come si evince dal precedente prospetto, il 66,51 % composto dai rifiuti biodegradabili di cucine e mense, comportano un costo alquanto elevato.

I cittadini cammaratesi, che sono in possesso di un appezzamento di terreno nelle adiacenze della loro abitazione, dovranno  richiedere e ritirare gratuitamente le compostiere affinché detto rifiuto invece di essere conferito in impianti ad un costo di € 112,40/t., possa essere trasformato in compost (ottimo fertilizzante naturale) ed utilizzato per l’appunto per concimare i propri giardini, comportando quindi, una notevole economia, per la Pubblica Amministrazione.

I Consorzi Nazionali, per ogni tonnellata di rifiuto riciclabile, conferito tramite le piattaforme (Ecoface Industry Srl Ravanusa e Flexo Bags srl Aragona), erogano dei corrispettivi economici per la copertura dei maggiori oneri per la raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio.

Essi sono:

  • Consorzio Ricrea che si occupa di assicurare il riciclo degli imballaggi in acciaio quali barattoli, scatolette, tappi, fusti, lattine e bombolette provenienti dalla raccolta differenziata;
  • Consorzio CiAl che si occupa di assicurare il riciclo di imballaggi in alluminio;
  • Consorzio Comieco che si occupa di assicurare il riciclo per gli imballaggi in carta e cartone e la carta e cartone;
  • Consorzio Corepla che si occupa per il riciclaggio e il recupero dei rifiuti di imballaggi in plastica;
  • Consorzio Coreve responsabile del riciclo e del recupero dei rifiuti d’imballaggio in vetro.

I rifiuti riciclabili vengono conferiti, tramite detti Consorzi, alle industrie che ricreano nuovi prodotti.

Detti Consorzi, nell’anno 2017, hanno riconosciuto un corrispettivo economico al Comune di Cammarata pari ad € 35.000,00 oltre IVA quale corrispettivo per gli anni 2014, 2015 e 2016. Solo per l’anno 2018 si prevede il riconoscimento di un corrispettivo economico pari ad € 50.000,00.

Il servizio della raccolta differenziata, superata la prima fase “di assestamento”,  funziona in modo soddisfacente. Si precisa che eventuali segnalazioni di disservizi,  vengono definite entro poche ore e comunque  entro 24 ore, come da capitolato d’appalto.

Tutti i dati citati sono facilmente reperibile sul sito istituzionale del Comune di Cammarata.