PHOTO LORENZO SCHILLACI.

SANTA FLAVIA (PA) – Un match avvincente e tutt’altro che noioso quello andato in scena domenica pomeriggio sul sintetico di Santa Flavia, in provincia di Palermo. Il rigenerato Mussomeli, tornato al successo mercoledì scorso dopo un’eternità, esce suo malgrado sconfitto dal confronto al cospetto della matricola Città di Caccamo. Tre a uno il risultato finale in favore dei palermitani, più cinici sottoporta rispetto ai rossoblù di Torquato, spreconi e poco incisivi in attacco. L’undici nisseno, nonostante ciò, ha venduto cara la pelle e mostrato quei segnali di crescita già visti mercoledì scorso contro il Canicattì. I rossoblù si inchinano dopo aver fallito un’infinità di palle-gol. I giallorossì palermitani ringraziano, portano a casa l’intera posta in palio e alimentano il loro sogno chiamato play-off.

Due assenti di lusso alla vigilia della sfida: Cutaia per i padroni di casa e Iannello nelle fila del Mussomeli. Gli ospiti nisseni, fin dalle prime battute di gioco, fanno capire che non sarà certamente una passeggiata per i ragazzi di Caccamo. L’estremo difensore dei locali, Ceesay, nel primo quarto d’ora, deve compiere gli straordinari per impedire a Zarcone prima e Minnone poi di andare a segno. Nel momento migliore degli ospiti, ecco il “lampo” del genio Scillufo (nella foto in alto) al 28′: cross di M. Clemente e colpo di testa imperioso dell’attaccante caccamese. Reagisce il Mussomeli: nell’area dei locali si accende una mischia furibonda condita da un palo, un salvataggio sulla linea e un rigore reclamato ma non concesso nel giro di pochissimi secondi.

I rossoblù di Torquato cominciano la ripresa con lo stesso piglio col quale avevano terminato la prima frazione. La più grossa delle occasioni, al 49′, la fallisce Amato che a due metri dalla porta spara incredibilmente fuori. Match movimentato, appassionante e ricco di spunti. Pressing alto degli ospiti, alla ricerca di un pareggio che sarebbe più che meritato. Che però non arriverà: il Città di Caccamo agisce di rimessa e al 71′ trova il raddoppio in maniera del tutto fortunosa: sanguinoso e assassino retropassaggio di Licari, il pallone scavalca il portiere Sgroi e si insacca incredibilmente alle sue spalle. Padroni di casa in totale controllo della partita, trovano anche il tris al 92′ con il solito Scillufo, che con freddezza insacca su assist di G. Clemente. L’incontro, a quel punto, non ha più nulla da dire. Il Mussomeli, poco cinico nei momenti chiave della partita, sigla la meritata rete della bandiera con un colpo di testa del neo entrato Pirrotta. Cala il sipario al comunale di Santa Flavia: il Città di Caccamo si impone 3-1 sui rossoblù di Torquato. Il rimpianto dei nisseni è di aver fallito quelle palle-gol che gli avrebbero consentito di riaprire la contesa.

IL TABELLINO DELLA PARTITA:
CITTA’ DI CACCAMO 3
MUSSOMELI 1
MARCATORI: 28′ Scillufo, 71′ Licari (autogol), 92′ Scillufo, 94′ Pirrotta.
CITTA’ DI CACCAMO: Ceesay, Galbo, Loverso (21′ ST Ventura), Tinnirello (48′ ST Priolo), Levantino, Sardina (45′ ST Taulli), Scillufo, Arlotta, M. Clemente (17′ ST Nicosia), G. Clemente, Virga. PANCHINA: Riina, Di Giovanni, Perna. All.: Tarantino.
MUSSOMELI: Sgroi, Palumbo (11′ ST Pirrotta), Amato, Wade, Licari, Ferrara, Zarcone (31′ ST Messina), Sciacca, Lentini (34′ ST Sawo), Guastella, Minnone. PANCHINA: Amella, Catania, Mingoia, Buccafusco. All.: Torquato.
ARBITRO: La Verde della sezione di Caltanissetta.