SAN BIAGIO PLATANI – Gli Archi di Pane nella piccola cittadina agrigentina rappresenteranno un simbolo tradizionale e originale, anche quest’anno, durante le festività di Pasqua. 

L’Amministrazione Comunale di San Biagio Platani, del resto, è stata messa a dura prova a seguito dell’Operazione denominata “Montagna” che ha portato all’arresto del Sindaco Santino Sabella, fra i coinvolti nell’operazione antimafia dello scorso mese di Gennaio. I cittadini sanbiagesi, scossi e scioccati da tali avvenimenti, hanno dato comunque il via alla macchina organizzativa. Gli Archi di Pane sono “salvi”: questo grazie al movimento spontaneo “La creatività di un popolo”.

Una vera e propria iniziativa sociale che si pone l’obiettivo di salvaguardare il nome di San Biagio Platani e le sue antiche tradizioni come, ad esempio, l’avvenimento annuale degli Archi. “La creazione di questo movimento – spiegano all’interno dell’associazione nata pochi giorni fa – rappresenta la risposta di un popolo offeso, sconvolto ed immobilizzato da eventi e fatti che non ci sono mai appartenuti. L’iniziativa ha preso il via grazie all’idea di un gruppo di persone desiderose di ridare a San Biagio Platani la dignità che merita. Il modo migliore – proseguono – è quello di realizzare gli Archi di Pasqua per rimboccarci le maniche e ricominciare tutti insieme. Il moto d’orgoglio ha invaso un gruppo di giovani e meno giovani che, con la voglia nel cuore, si sono detti che l’unica ‘Cosa Nostra’ è l’identità del nostro popolo! Il nostro essere sanbiagesi passa dal vedere, nei giorni di Pasqua, l’intero corso vestito a festa e con i colori della Primavera”.

Il Movimento “La Creatività di un popolo”, dunque, sembra avere le idee molto chiare, non vuol perdere tempo e si è già messo a lavoro. “Il nostro movimento – aggiungono – si propone di realizzare le tipiche strutture artistiche degli Archi con il solo ausilio delle risorse locali, senza ricevere alcun contributo economico, ma semplicemente con donazioni e sponsor. La volontà di un popolo si esprime anche così, con lo sforzo di puntare alla semplicità originaria della tradizione, che fin dalle origini mobilita gruppi di persone che puntano alla condivisione pacifica ed amichevole. L’idea della nuova edizione degli Archi di Pasqua è di realizzare ed allestire un vero e proprio laboratorio sperimentale”

Il Movimento “La Creatività di un popolo” ha anche attivato un campagna di raccolta fondi online “crowdfunding” dove chi vuole può contribuire a donare spontaneamente qualche euro e contribuire alla realizzazione degli “Archi di Pasqua 2018” 
Qui di seguito il link per sostenere il progetto https://www.produzionidalbasso.com/project/archi-di-pasqua-2018-creativita-di-un-popolo/

 

CONDIVIDI