BIVONA –  “Il perdurare della siccità rende intollerabile il fatto che a tutt’oggi, non sia stata messa in funzione la condotta irrigua ,che può portare dentro la Diga Castello circa 300 litri secondo di acqua da Contrada Gebbia. Il Genio Civile si era assunto l’onere di effettuare la manutenzione e i lavori necessari alla bretella “Gebbia -Diga Castello “.
È opportuno ricordare – dichiara il Presidente della Smap Giovanni Panepinto – che questo impianto solleva acqua dal Castello fino all’alto Gebbia e negli anni di siccità è stata utilizzata per portare acqua dalle sorgenti del Gebbia al Castello.
Si invita  – conclude Panepinto – il Sig Prefetto di Agrigento di convocare, con la massima urgenza , Genio Civile, Consorzio di Bonifica Ag 3, le organizzazioni di categoria e i Sindaci, per la messa in funzione della suddetta condotta”. 

 
CONDIVIDI