Sta per raggiungere l’Italia e nelle prossime ore potrebbe divenire l’indiscusso protagonista. Stiamo parlando di “Attila”, portatore di freddo e maltempo. La sua azione partirà dal Nord, via via si sposterà al Centro per poi raggiungere anche le regioni meridionali. Si tratta di un centro depressionario scandinavo che verrà alimentato da aria di origine polare. Questo fattore – assicurano gli esperti meteo – farà abbassare le temperature stagionali di almeno 4-5 gradi. La bassa pressione prodotta da “Attila” aggredirà la Penisola con forti venti di Bora, precipitazioni più o meno diffuse e clima quasi invernale. Sarà il primo vero assaggio dell’inverno oramai prossimo. Questa situazione potrebbe interessare l’Italia per molti giorni della settimana corrente e ci accompagnerà, molto probabilmente, verso la terza decade del mese di novembre.

Sui “Sicani” il peggioramento è già stato registrato nella giornata di lunedì 13. Un nucleo di aria fredda di origine artica si è impossessato anche del Sud. L’avvio settimana è all’insegna del clima freddo, delle piogge consistenti e dei temporali diffusi. Anche i forti venti si faranno notevolmente sentire. Nel corso della settimana avremo un vistoso abbassamento delle temperature. Le minime, tra mercoledì 15 e giovedì 16, si aggireranno sui 3-5 gradi e confermeranno la rapida diminuzione. Le massime, invece, raggiungeranno i 14-15 gradi nelle ore centrali del giorno. Nel weekend 18-19 novembre è attesa una nuova fase di maltempo con precipitazioni sulle regioni meridionali. I forti venti di Bora saranno sempre più impetuosi. Scenderà lo zero termico: si registrerà all’altezza di 2010 metri. Sui Monti Sicani sarà insomma la prima settimana dal sapore invernale: il primo vero “antipasto”.