SUTERA – L’Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, nell’ambito delle attività direttamente promosse, ha elargito la cifra di 20.000 euro per sostenere e realizzare il percorso turistico “Le vie delle miniere di zolfo San Paolino”. La proposta era stata inizialmente avanzata dalla Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Caltanissetta in sinergia con l’Amministrazione Comunale di Sutera. Data l’importanza naturalista storico-antropologico che l’intera area può vantare, l’Assessorato ha così deciso di sostenere il progetto e di versare la somma.

L’area interessata parte dalle due discenderie in contrada “Archi” fino al ricongiungimento tramite la galleria di carreggio, con i forni ubicati in contrada “Capra”. L’estrazione dello zolfo risale al lontanissimo 1902. L’attività ha avuto una brevissima durata, ma è stata intensa fino a quando, nel 1905, franò un costone del monte San Paolino. “E’ un dovere di ogni Amministrazione Comunale – ha ammesso soddisfatta l’assessore Maria Montalto – contribuire a valorizzare il proprio territorio attraverso il recupero di fondi utili alla tutela del nostro patrimonio etnoantropologico. La diversificazione  delle offerte turistiche mira ad intercettare visitatori sempre più esigenti: questo è il presupposto per fare del turismo un’opportunità di crescita sociale ed economica”.