PALERMO – Nella giornata di oggi, venerdì 22 Settembre, circa cento operai a carico della Bolognetta Scpa sono scesi in strada per protesta, bloccando la strada statale Palermo-Agrigento all’altezza dello svincolo di Mezzojuso. Il motivo della protesta è oramai noto a tutti: la società che si occupa dei cantieri di ammodernamento della 189 ha annunciato, giorni fa, ben 75 licenziamenti. Sono 140 gli edili impiegati nei cantieri, al quale si aggiungono circa 200 operai dell’indotto.

Sono i sindacati ad aver indetto questa manifestazione: gli esponenti, infatti, temono che i lavori di completamento rischino uno stop definitivo, formalizzando così l’ennesima opera “incompiuta”. I sindacati spiegano: “Nonostante le rassicurazioni dell’Anas, la società contraente dell’opera, la Bolognetta Scpa, ha comunicato la riduzione del 50% delle maestranze e la sospensione dei lavori nei tratti oggetto dell’appalto”.

Nel corso della manifestazione lungo la strada statale proprio i sindacati degli edili di Cgil, Cisl e Uil hanno chiesto due incontri: uno con l’assessore regionale alle Infrastrutture e l’altro in Prefettura. Nel frattempo la circolazione sulla Palermo-Agrigento ha subito un brusco rallentamento a causa della formazione di lunghissime code e traffico veicolare.