CASTELTERMINI – La stagione venatoria 2017/2018 avrà inizio il prossimo 17 Settembre, ma c’è chi ha già deciso di sparare in netto anticipo. Nella notte tra martedì 22 e mercoledì 23 agosto, in contrada Mustolito-Gallinica, è stato bloccato un presunto bracconiere sorpreso in possesso di un fucile. L’uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Agrigento ed è in stato di libertà. Dopo un’accurata operazione fra carabinieri e guardie venatorie siciliane della caccia, all’uomo è stato pure sequestrato il fucile sovrapposto, calibro 12, con le relative munizioni.

Il controllo serrato è stato effettuato in maniera congiunta dai carabinieri della stazione di Casteltermini e dalla compagnia di Cammarata. La pattuglia impegnata nella perlustrazione della zona avrebbe sentito esplodere quattro colpi d’arma da fuoco e poco prima avrebbe notato un faro fisso sulla montagna. Dopo ore di osservazione è scattata la perquisizione nei pressi di un’abitazione dove è stato ritrovato il bracconiere, quindi bloccato e denunciato.

Quella è una zona che viene controllata periodicamente. Lo scorso anno, proprio in contrada Gallinica, altri tre bracconieri di Cammarata erano finiti nei guai mentre esercitavano abusivamente la caccia al coniglio, durante il periodo nella quale non era consentito praticare la caccia secondo il regolamento impartito dalla regione. Anche in quell’occasione i tre cacciatori vennero colti di sorpresa dalle guardie venatorie, il quale allertarono tempestivamente i carabinieri chiedendo la revoca del porto d’armi.

CONDIVIDI