Santo Stefano Quisquina: approvato il bilancio di previsione per il prossimo triennio

SANTO STEFANO QUISQUINA –  Il Consiglio Comunale di S. Stefano Quisquina, convocato dal Presidente Enzo Greco Lucchina, ha approvato giovedì scorso il Documento unico di programmazione (DUP) e il Bilancio di previsione 2017/2019.

L’esigenza di garantire l’equilibrio di bilancio  – dichiara il Presidente Greco Lucchina –  ha indotto a confermare l’alienazione di un bene non venduto nell’esercizio precedente. Scelta che ha consentito anche di reinserire nel bilancio dell’esercizio corrente la somma di 50.000,00 Euro preventivata per la ristrutturazione dei locali concessi a titolo gratuito dall’Assessorato Agricoltura e Foreste per ospitare la Caserma dei Carabinieri.
Tra gli investimenti – continua il Presidente –  è stata anche reinserita la somma di 40.000,00 Euro per la revisione del PRG, i cui vincoli preordinati all’esproprio sono scaduti da oltre 10 anni.Dette scelte non sono state condivise dal gruppo di minoranza, che, con motivate argomentazioni, ha espresso voto contrario sulla proposta di approvazione del bilancio di previsione 2017/2019.

Nel bilancio dell’esercizio finanziario 2017 è stata inoltre inserita la seconda tranche, circa 24.000,00 Euro, della somma occorrente per dare totale copertura finanziaria ai lavori di realizzazione della cucina della mensa scolastica all’interno dell’edificio scolastico di via Aldo Moro, che, pertanto, potranno avere concreto inizio nell’immediato. Detta somma, come stabilito nel precedente bilancio 2016/2019, deriva dalla rinuncia nell’esercizio corrente del 20% dell’indennità di carica del Sindaco, del 50% dell’indennità di carica degli Assessori e del Presidente Consiglio e del gettone di presenza di tutti i Consiglieri Comunali. L’ulteriore 50% dell’indennità del Presidente Consiglio è stata destinata alle spese di funzionamento dell’Ufficio di Presidenza.
Nella stessa seduta sono stati inoltre approvati all’unanimità il “Programma triennale dei lavori pubblici 2017/2019” e il “Regolamento per la disciplina di installazione e gestione di strutture temporanee per attività commerciali ed erogazione di servizi”.
Unanime  – conclude il Presidente  – è stato l’apprezzamento di detto regolamento, finalizzato al potenziamento delle attività commerciali di pubblico esercizio di somministrazione e al miglioramento della loro qualità, nel rispetto del corretto assetto urbanistico e delle condizioni di sicurezza.

CONDIVIDI