SCIACCA – La Procura della Repubblica di Sciacca ha rinviato a giudizio cinque sindaci dell’Unione dei Comuni Platani Quisquina magazzolo, e  Vincenzo Marinello, perchè accusati di abuso d’ufficio aggravato in concorso per la nomina di Marinello a responsabile del settore finanziario dell’unione dei Comuni.

Secondo il sostituto procuratore Michele Marrone gli amministratori avrebbero violato più disposizioni “che pongono all’amministrazione un espresso divieto di fare ricorso a personale esterno per ricoprire incarichi del tipo di quello conferito”

Per Alfonso Frisco, Giovanni Panepinto, Santo Alfano, Filippo Bartolomeo, Francesco Cacciatore e Salvatore Re, rispettivamente sindaci dei Comune di Alessandria della Rocca, Bivona, Cianciana, San Biagio Platani e Santo Stefano di Quisquina, la nomina di Marinello è legittima perché il regolamento in funzione di determinati obiettivi, nella fattispecie il piano Aro, consente di intervenire in deroga.

Il processo inizierà il prossimo 27 settembre al Tribunale di Sciacca.