PERUGIA/CAMPOFRANCO – Otto reti, quattro assist e prestazioni convincenti partendo spesso dalla panchina in un totale di trenta partite disputate. E’ questo il bilancio conclusivo della stagione regolare dell’attaccante campofranchese Francesco Nicastro, in forza al Perugia in Serie B. Ieri sera, giovedì 18 Maggio, si è concluso il torneo cadetto con la 42° ed ultima giornata e il grifone, grazie al successo per 3-2 sulla Salernitana, si è garantito il quarto posto con 65 punti: posizione che permetterà agli umbri del presidente Massimiliano Santopadre di accedere direttamente alle semifinali play-off promozione.

L’attaccante di Campofranco, con i suoi goal spesso “pesanti”, ha dato un contributo indiscutibile alla formazione allenata da Christian Bucchi. Stagione migliore, probabilmente, non poteva esserci per il classe 1991 di proprietà del Pescara. In totale ha giocato in “cadetteria” la bellezza di 1.830 minuti fra ruolo da titolare e panchinaro di prestigio. L’allenatore umbro lo ha sempre “dosato” bene nel corso della stagione e ne ha fatto di lui un uomo di riferimento nel proprio reparto offensivo.

Francesco Nicastro, nativo di Campofranco, di gavetta ne ha fatta davvero tanta e adesso sogna l’approdo in Serie A con la maglia del suo Perugia, club che lo ha lanciato definitivamente nel calcio professionistico riponendo in lui fiducia e aspettative che lui stesso ha splendidamente ripagato. Lui che ha veramente “annusato” quella Serie A nel mese di Gennaio quando nei suoi confronti si registrarono gli interessamenti di società dal calibro di Empoli e Chievo Verona fra le altre. Ora quella categoria potrebbe raggiungerla da “protagonista”. Vincere i play-off al cospetto di formazioni come Frosinone, Benevento e Cittadella non sarà un’impresa facile. Vietato, comunque, porsi limiti a questo punto della stagione.