defibrillatore bivonaBIVONA – A Bivona la solidarietà ha portato i suoi frutti: è stato acquistato infatti un defibrillatore destinato a chiunque, nella comunità, dovesse averne bisogno. A farsi promotore della lodevole iniziativa un gruppo di cittadini che ha fondato la pagina Facebook “La Voce dei Bivonesi”, una vera e propria piazza virtuale dove, da qualche mese, si discute praticamente di tutto: problemi, segnalazioni, eventi culturali e anche, per fortuna, belle notizie.

E il passo dalla sfera virtuale al mondo reale è stato semplice: non più discussioni condite da un senso di rassegnazione per la realtà che li circonda, ma fatti concreti, perchè se si vuole, se ci si impegna, gli obbiettivi si possono raggiungere, con il piccolo contributo di tutti.

E l’acquisto del defibrillatore è proprio uno di questi obbiettivi: il tam-tam è partito sul web, ma ben presto la voce si è diffusa in tutto il paese, e ovunque sono sbucati dei salvadanai per la raccolta fondi da destinare all’acquisto, si sono organizzati eventi di beneficenza e la solidarietà dei bivonesi si è messa in moto.

Grazie a queste donazioni, e al contributo preziosissimo donato dall’Avis di Bivona, il defibrillatore è realtà, e a dimostrazione del fatto che sia davvero a disposizione della comunità intera, è stato collocato in una teca nella centralissima via Roma, previo sondaggio sul web per deciderne la collocazione.

Soddisfatto si dice Vincenzo Leonte, il fondatore de “La Voce dei Bivonesi”, per l’ottimo risultato raggiunto dall’iniziativa, e promette che ne arriveranno altre, sempre finalizzate al miglioramento del tenore di vita del Comune di Bivona.

 

Valentina Maniscalco